Quotidiani locali

Vai alla pagina su Reggiana calcio
I Piazza: «Per lo stadio costi molto pesanti»

Reggiana

Reggiana 

I Piazza: «Per lo stadio costi molto pesanti»

«Paghiamo 10mila euro al mese e 250mila annui di spese». Dal loro arrivo hanno versato 235mila euro d'affitto

REGGIO EMILIA. «Per lo stadio stiamo pagando 10mila euro al mese più le spese. Le spese quest’anno arriveranno a 250mila euro. Nella scorsa stagione sono state di 234mila euro. Sono costi molto alti per una società di serie C». Sabato sera, uscendo dallo stadio, di fretta per recarsi al compleanno della figlia di 11 anni, il presidente della Reggiana Mike Piazza e la moglie Alicia Rickter hanno confermato la notizia che la società granata sta versando un canone di locazione per l’impianto di gioco di proprietà della Mapei.

Non si tratta dei primi versamenti, dal momento che dal loro arrivo ad oggi i proprietari americani hanno pagato per l’affitto 230mila euro, spese escluse.

Il nodo stadio è tutt’altro che risolto ed è una delle questioni che preoccupa maggiormente i proprietari, che pure stanno vivendo un momento molto positivo con la squadra.

A novembre il patron della Mapei Giorgio Squinzi aveva dato un ultimatum alla società granata, dichiarando, in un’intervista alla Gazzetta dello Sport, che se non avesse pagato entro dicembre avrebbe dovuto cercare un’altra soluzione. Quel termine è stato spostato alla fine della stagione, quando dovrà essere trovato per forza di cose un accordo.

Accordo che al momento non c’è, come confermato dagli stessi Piazza, che dopo la vittoria con il Renate si sono detti «frustrati» da questa situazione, oltre che «dai costi molto alti».

Viste le alte spese di gestione e la storia dell’impianto (costruito con il consistente contributo degli abbonamenti decennali dei tifosi granata e poi acquistato all’asta per un prezzo conveniente) non è un mistero che la Reggiana vorrebbe pagare un affitto simbolico o comunque proporzionato alla serie C.

Il patron Usa ha sempre detto che l’accordo con la società che gestisce l’impianto è avvenuto pochi giorni prima che si insediasse.

Secondo uno studio commissionato a una società di consulenza, la Kpmg, la Reggiana ha spese cinque volte superiori alla media della categoria.

I tentativi di ridiscutere il contratto e di coinvolgere le istituzioni locali nel ruolo di mediatori fino ad ora sono falliti.

Cosa succederà alla fine della stagione nel caso non si dovesse trovare una soluzione? Al momento non è possibile dirlo.

L’impegno dei Piazza per la Reggiana è fuori discussione. I contratti siglati ai giocatori fanno intravedere un progetto di qualche anno. I coniugi tra l’altro dopo aver messo in vendita la loro casa di Miami, in Florida, si sono trasferiti stabilmente nel Reggiano con i loro tre figli, che stanno andando a scuola in Emilia. La questione stadio rappresenta però un tema spinoso destinato a far discutere anche nelle prossime settimane. I proprietari hanno la sensazione di essere gli unici ad avere mai

pagato somme del genere.

Come scritto nei giorni scorsi, invece, con la diocesi di Reggio è stato trovato un accordo di massima per l’utilizzo degli impianti di via Agosti e si attende il via libera da parte del vescovo.

©RIPRODUZIONE RISERVATA
 

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon