Quotidiani locali

Vai alla pagina su Reggiana calcio
La Reggiana ritrova (in amichevole) il Trastevere

Reggiana

La Reggiana ritrova (in amichevole) il Trastevere

L'ultimo test prima della fine del ritiro romano dei granata  che proseguiranno poi a Reggio la preparazione in vista della ripresa del campionato

REGGIO EMILIA. Con la sgambata al Trastevere Stadium contro il Trastevere si conclude il ritiro romano della Reggiana. L’amichevole, in programma alle 14.30, avrà ingresso libero e sarà il prologo al rientro in città della squadra previsto in serata poi, da domani, inizierà una lunga seconda fase di preparazione in via Agosti, per arrivare al top al 3 febbraio quando ci saranno in palio i tre punti col Renate.

Intanto, l’avversaria di oggi non è una pari categoria come il Racing Fondi affrontato sabato scorso, però è una formazione molto ambiziosa della Serie D laziale che i granata hanno già testato nel primo impegno ufficiale della stagione, ovvero nel primo turno di Tim Cup a fine luglio, e l’undici granata che allora era guidato da Menichini riuscì ad averne la meglio di misura (1-2) al termine di una sfida molto tirata, sempre sul manto erboso di Villa Pamphili.

Resta un impegno interessante perché la squadra capitolina viaggia al quarto posto nel suo girone, davanti a club titolati come Latina e Lupa Roma, e non ha ancora rinunciato al salto di categoria nei professionisti.
Ma per Sergio Eberini sarà soprattutto un’altra occasione per mischiare le carte e provare l’amalgama tra giocatori che spesso non giocano insieme, oltre a poter vedere all’opera i giovani della Berretti ed il nuovo arrivato Luca Vignali, il primo rinforzo del calciomercato arrivato sabato al Mancini Park Hotel, che è già a disposizione e sarà valutato sul centrocampo.


Oltre a Paolo Rozzio e Aiman Napoli, mancherà all’appello anche Max Carlini dopo l’affaticamento dei giorni scorsi, ma il resto del gruppo avrà modo di giocarsi almeno 45’ di partita, molto importanti per iniziare a carburare e mettere minuti nelle gambe.

Quella che va terminando è stata una settimana molto pesante, ricca di doppie sedute e intensi carichi di lavori, ma è servita a cementare ulteriormente un gruppo che nell’ultimo periodo aveva già trovato un grande affiatamento e, almeno nelle intenzioni dello staff tecnico, si spera di aver azzeccato il tipo di preparazione atletica, con un clima più mite rispetto a Reggio e col

nuovo preparatore atletico Marco Bresciani, per cercare un ottimo rendimento fino al termine della stagione.


Anche perché la capolista Padova è solo a nove lunghezze e sarà ospite al Città del Tricolore nelle ultime giornate perciò sognare, almeno per ora, non costa nulla.

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon