Quotidiani locali

Rugby

Coppa di Eccellenza: finale amaro per i Diavoli

Contro il forte Mogliano, la squadra di Roberto Manghi non riesce a sfruttare la lunga superiorità numerica 

ROVIGO. Finisce con una sconfitta il Trofeo Eccellenza per i reggiani della palla ovale i quali, nonostante le 4 mete tecniche assegnate e i 20 minuti di partita in superiorità numerica, non riescono ad imbrigliare l’avversario incassando una sconfitta all’ultimo secondo.

Ottima sarà la tecnica d’attacco dei rossoneri, i quali utilizzeranno la mischia come un vero e proprio ariete per sfondare il muro di casa, ben più problematica la difesa di Roberto Manghi che dovrà subire le diverse incursioni da parte dei veneti che così facendo porteranno a casa l’unica vittoria dell’anno a punteggio pieno. Un match in larga parte comunque dominato dagli ospiti, i quali tuttavia non riusciranno a chiudere il match a loro favore, raccogliendo i frutti dei propri sforzi.

Il vanto per il Conad Reggio è quello di aver schierato in campo una formazione estremamente giovane, imperlata da un altro esordio in Eccellenza, quello di Alessio Morini, atleta di 19 anni cresciuto nel vivaio dei Diavoli, dopo quello di Gabriele Messori settimana scorsa.

Il match inizia subito con le redini dell’incontro in mano ai veneti. Al 5’ sono infatti i padroni di casa che con Flammini sbloccano il tabellino ed allungano le distanze. La risposta da parte dei rossoneri tuttavia non si fa attendere, con un’azione di forza infatti gli ospiti riescono a portarsi in area di raccolta punti. La lotta è ardua ed il Mogliano è costretto ad arginare il Conad Reggio ricorrendo a scorrettezze che al 18’ vengono punite con una meta tecnica ed un giallo assegnato al tallonatore biancoblu.

I Diavoli così cercano di allungare le distanze grazie alla propria superiorità numerica, sfruttata solamente allo scadere dei 10 minuti con un’altra meta tecnica assegnata agli ospiti.

A metà primo tempo quindi i reggiani sembrano aver in pugno la situazione, ma il periodo positivo dura poco. Appena ritrovato il giusto equilibrio in campo, gli uomini di Dalla Nora mettono a segno due marcature, ricacciando all’inferno i rossoneri, prima con Flammini e poi con Masato. Il risultato del primo tempo quindi sorride ai veneti con un netto 21 - 14.

La seconda metà dell’incontro riprende con un Conad Reggio indiavolato che sfonda le difese di Mogliano ben due volte in 10 minuti, prima con la mischia, vedendosi assegnato la terza meta tecnica, poi con il pilone sudafricano Roché Van Zyl. Sul 21 - 28, i reggiani comunque non sono ancora soddisfatti ed infliggono l’ultimo colpo a Mogliano con un’ultima meta tecnica, portandosi sul 35 - 21, aiutati anche da un altro giallo guadagnato questa volta da Flammini. Un fendente apparentemente letale quello dei Diavoli, ma i padroni di casa dimostrano che hanno ancora qualche asso nella manica. A 10 minuti dalla fine infatti i biancoblu riescono a mettere a segno, prima al 75’ poi al 79’ due mete in stecca di velocità, le quali prendono assolutamente alla sprovvista

la difesa reggiana e portano il risultato in parità.

Sul 35 - 35 sono i padroni di casa a spuntarla, al 10’ di recupero il piede di Giabardo non fallisce e porta a casa non solo il calcio piazzato ma anche la vittoria per il suo team.


 

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon