Quotidiani locali

«C’è l’ok di Piazza per due colpi»

Calcio serie C: il ds della Reggiana, Magalini: «La società ha messo a disposizione quello che serve»

REGGIO EMILIA. «Non abbiamo avuto l’ok per fare follie ma nemmeno ci sono state negate le energie per poter lavorare. Anzi. La società ha messo a disposizione quello che serve. Ho parlato personalmente con i Piazza nei giorni scorsi, gli ho detto che mancano due giocatori e la risposta è stata: “benissimo, prendiamoli”». Così il ds Giuseppe Magalini riferisce della disponibilità dei proprietari della Reggiana a mettere a segno un paio di colpi importanti in questa finestra di mercato. Del resto le prestazioni degli ultimi tempi della squadra e lo scenario del girone impongono ai granata di prendere molto sul serio le possibilità di promozione.

«La rosa non è da rivoluzionare ma da correggere - prosegue il ds - anche perché speriamo di avere quasi tutti disponibili a breve. Rosso e Bastrini si stanno allenando a Roma. Vediamo Rozzio quando tornerà. Se le cose fossero proseguite come ad inizio stagione avremmo dovuto cambiare tanto, praticamente tutto. Non è la situazione di oggi».

Gli obiettivi del ds Magalini non sono un mistero. «Un attaccante esterno, per rimpiazzare Napoli infortunato, e un centrocampista duttile, da poter far giocare con Genevier. Per la difesa invece dipende da Rozzio e Bastrini. Valuteremo a fine mese. Se tutto va come deve andare non ci serve altro. Siamo abbastanza coperti».

Per il centrocampo si è fatto il nome di Francesco Dettori, in rotta con la FeralpiSalò. “A chi non piace un giocatore del genere in serie C? Non è una trattativa semplice”, conferma il ds Magalini.

Lo stop di cinque settimane è sicuramente un’incognita: la squadra stava girando a mille e soprattutto ha acquisito molta fiducia. L’obiettivo è tenere alta la tensione in questo periodo. «Questi giocatori hanno una convinzione straordinaria. Una convinzione che può essere pericolosa per gli altri. Queste cinque settimane sono state programmate con grande attenzione. Il ritiro a Roma, in una bella struttura, con una temperatura più mite, è stata una scelta precisa. I giocatori hanno apprezzato questa novità. L’obiettivo è arrivare pronti alla ripresa del campionato e nulla è stato lasciato al caso».

Sul fronte cessioni non dovrebbero esserci novità. La rosa non è certo da sfoltire e l’unico che vorrebbe andarsene è Pietro Cianci, che vorrebbe giocare di più. «Si sta allenando a Roma e il Sassuolo ce lo lascerebbe volentieri. Vediamo. Noi lo terremmo volentieri». L’attaccante ha giocato 15 partite in campionato, totalizzando 650’, segno che gli allenatori credono nelle sue potenzialità.

Un’altra questione in agenda è il
rinnovo di Alessandro Spanò. La società vorrebbe confermarlo. «Al momento non ho ricevuto telefonate da parte di qualcuno che vuole comprarlo. Noi pensiamo che abbia molti anni davanti a sé alla Reggiana. Nel giro di poco tempo vorrei comunque delle risposte da parte di tutti».



TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PERCORSI

Guida al fumetto: da Dylan Dog a Diabolik