Quotidiani locali

Vai alla pagina su Reggiana calcio
Reggiana, tre nuovi arrivi per puntare al vertice

Reggiana

Reggiana, tre nuovi arrivi per puntare al vertice

Calcio serie C, la società e il ds hanno già individuato quello che serve alla rosa Si cercano un difensore, un centrocampista che faccia gol e una seconda punta

REGGIO EMILIA. Il campionato di serie C è fermo per la sosta invernale del campionato, una sosta che per la Reggiana sarà decisamente lunga. Chi non riposerà in questo mese è invece il direttore sportivo Giuseppe Magalini che avrà una vera e propria full immersion nel mese di calcio mercato che prende il via domani e durerà fino alle ore 23 del 31 gennaio.

Dopo un avvio di stagione stentato la Reggiana ha iniziato a girare a mille sul terreno di gioco, risalendo posizioni su posizioni in classifica e riportando alla luce anche quei sogni che dopo solo pochi mesi dall’inizio del campionato sembravano già essere stati riposti in un cassetto. I granata in questa prima parte della stagione hanno palesato un unico limite: la rosa corta che in più di un’occasione a causa degli infortuni ha costretto lo staff tecnico a schierare dei giocatori fuori ruolo o a dover far scendere in campo sempre gli stessi per mancanza di alternative. Il direttore sportivo, la società e lo staff tecnico sono concordi sul fatto che a questa squadra servono tre innesti per ripartire nel migliore dei modi il 3 di febbraio, quando i granata torneranno in campo al Città del Tricolore contro il Renate. E con tre giocatori in più che possano garantire maggiori alternative e rotazioni più ampie al trio di tecnici granata, si può davvero puntare ai vertici della classifica perché seppur ancora distanti, le formazioni che in questo momento sono in vetta non stanno di certo “ammazzando” il campionato.

I tre giocatori che la società cerca sono esattamente uno per reparto. Un difensore centrale che possa garantire un’alternativa a Spanò e Crocchianti senza dover sempre essere costretti a spostare Panizzi al centro, perché Rozzio che sta recuperando dall’operazione al tendine d’Achille ne avrà ancora per un po’ e Bastrini rimane un incognita a causa dei tanti problemi fisici che lo attanagliano. A centrocampo si cerca un giocatore con delle caratteristiche un po’ diverse rispetto a quelli che sono già in rosa. Un elemento in grado di fare tutti e tre i ruoli e che soprattutto sappia arrivare costantemente nei pressi dell’area di rigore provando anche il tiro dalla distanza, com’era ad esempio Mirko Bruccini nelle due stagioni in cui ha indossato la maglia granata. In avanti il pezzo
mancante è una seconda punta. Un giocatore che sappia giocare vicino ad Altinier, alternandosi nel ruolo con il Mago Cesarini e che possa permettere allo staff tecnico di lavorare anche su situazioni tattiche da quella attuale per evitare di diventare prevedibili dalle squadre avversarie.

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon