Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Correggese di misura sul Fabbrico

A decidere il match un calcio di rigore realizzato da Mammetti

CORREGGIO. La Correggese chiude con una vittoria il 2017. Nell’allenamento congiunto con il Fabbrico di Matteo Vullo la formazione di Salvatore Marra è riuscita a trovare, nei minuti finali, una vittoria preziosa per il morale della squadra. A fare la differenza in questi novanta minuti è stata la presenza in campo di Hicham Miftah che, da un paio di settimane, si sta allenando con i biancorossi. La sua entrata in campo nella ripresa ha infatti permesso alla Correggese di guadagnarsi il rigo ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

CORREGGIO. La Correggese chiude con una vittoria il 2017. Nell’allenamento congiunto con il Fabbrico di Matteo Vullo la formazione di Salvatore Marra è riuscita a trovare, nei minuti finali, una vittoria preziosa per il morale della squadra. A fare la differenza in questi novanta minuti è stata la presenza in campo di Hicham Miftah che, da un paio di settimane, si sta allenando con i biancorossi. La sua entrata in campo nella ripresa ha infatti permesso alla Correggese di guadagnarsi il rigore, poi trasformato da Mammetti, che è valsa la vittoria.

«Ha esibito una prestazione positiva – spiega Salvatore Marra – Miftah è un giocatore importante, di categoria e lo ha dimostrato. Farebbe al caso nostro ma sarà chi di dovere a prendere le decisioni. Come lui però anche gli altri hanno fatto bene nelle diverse zone del campo. Ho visto una Correggese compatta e solida nel primo tempo, più propositiva nella ripresa per cui ci sono tutti i propositi per guardare al futuro con fiducia». Dall’altra parte del rettangolo il Fabbrico, che milita in Promozione, ha fatto una sua bella partita. Ha retto per ottantotto minuti poi un errore difensivo gli è costato il rigore e il vantaggio. Se però Nazzani sul finale del primo tempo avesse realizzato invece di incespicare forse la ripresa sarebbe stata diversa. «Tecnicamente si è vista la differenza di categoria – commenta Matteo Vullo – e per noi l’importante era che nessuno si facesse male. Vincere o perdere in queste partite trova il tempo che trova ma mi è piaciuto come abbiamo approcciato questa Correggese che milita in serie D. Stiamo lavorando tanto in questo periodo per poter iniziare al meglio il girone di ritorno e perché no raggiungere il Campagnola. Abbiamo tante partite davanti, siamo un bel gruppo e stiamo lavorando bene. Senza contare che siamo ancora in lizza per la Coppa Italia. Vedremo dove riusciremo ad arrivare».