Quotidiani locali

Vai alla pagina su Reggiana calcio
Dal 9 gennaio si andrà in ritiro a Roma

Reggiana

Dal 9 gennaio si andrà in ritiro a Roma

I granata svolgeranno una settimana di allenamenti durante la lunga sosta invernale22

REGGIO EMILIA. Panettoni e cappelletti di Natale sono già un lontano ricordo per la Reggiana perché venerdì al Città del Tricolore alle ore 18.30 sarà di nuovo campionato e i giocatori vogliono dimenticare al più presto la brutta sconfitta subita a Salò. La truppa di mister Eberini ha ripreso ad allenarsi ieri pomeriggio, nel giorno di Santo Stefano, dopo aver usufruito della giornata di riposo in occasione del Natale. Al ritorno dalle rispettive famiglie la squadra ha pranzato insieme e poi è scesa in campo nel primo pomeriggio.

La giornata festiva ha permesso a tanti tifosi di assistere alla seduta per incitare Spanò e compagni, mentre i giocatori venivano indottrinati dalla triade tecnica in vista del match con la Triestina, l’ultimo del 2017 prima della lunga pausa invernale. In tutto saranno cinque giorni di lavoro, infatti la squadra lavorerà anche oggi e domani al pomeriggio, per finire con un defaticante post-partita nella mattina di sabato prima del rompete le righe: dal 31 dicembre al 7 gennaio, per contratto con l’Assocalciatori, tutti i calciatori di Serie C avranno diritto ad un periodo di ferie.

I granata si ritroveranno quindi lunedì 8 per una breve sgambata in via Agosti prima della partenza, martedì 9, per una settimana di ritiro in una struttura dotata di campi sportivi nella Capitale che è in fase di definizione e che verrà ufficializzata nelle prossime ore. Ma per il momento c’è ancora lo step con gli alabardati da superare, nel quale ritrovare le certezze smarrite nel secondo tempo di Salò, per riprendere quel cammino positivo che si è interrotto sulle rive del lago dopo otto incontri consecutivi.

Proprio per questo ieri gran parte della seduta è stata subito tecnico-tattica Mancavano ovviamente Rozzio e Napoli, che riprenderanno oggi la rieducazione, mentre Bastrini ha svolto lavoro differenziato. I acciacchi vari e gli attacchi febbrili pre natalizi sono stati tutti smaltiti. Dalla prima infarinatura emerge come si stia lavorando molto sull’undici che aveva dominato la Feralpisalò nel primo tempo, ovvero con Riverola esterno alto a destra nel posto che era di Cianci, ma il rientro di Rosso e Manfrin potranno offrire alternative valide ad un gruppo che nell’ultimo periodo è stato spremuto. Il portiere Facchin,

in questo momento si sta dimostrando in gran forma e vuole provare a riconquistare la maglia da titolare.

Ex granata. L’indimenticato centrocampista granata Giuseppe Scienza da ieri è il nuovo allenatore del Monopoli, attualmente dodicesimo nel girone C.
 

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PERCORSI

Guida al fumetto: da Dylan Dog a Diabolik