Quotidiani locali

promozione 

Nove successi e zero sconfitte ecco il fenomeno Nubilaria

REGGIO EMILIA. Sarà un bel Natale quello in casa Nubilaria che vede la propria formazione di Promozione prima in vetta al girone reggiano con 9 vittorie e zero sconfitte. Un risultato che va anche...

REGGIO EMILIA. Sarà un bel Natale quello in casa Nubilaria che vede la propria formazione di Promozione prima in vetta al girone reggiano con 9 vittorie e zero sconfitte. Un risultato che va anche oltre le aspettative dell’allenatore Francesco Soliani: «Sono contentissimo. Sapevo che il gruppo poteva fare bene, ma non pensavo che l’amalgama sarebbe arrivata così rapidamente e che saremmo stati in vetta imbattuti».

Come spiega questo risultato?

«Il calendario ci ha aiutato dandoci gli scontri più difficili in casa, ma conta anche il fatto di avere un roster di 13 titolari che mi permettono di tenere il ritmo alto per tutta la gara. È la dimostrazione che se ai giovani dai spazio, possono farti vincere».

A lottare a breve distanza c’è Correggio con cui avete giocato un derby infuocato. Come vive questa rivalità?

«La rivalità è molto sentita. In effetti al derby sono venute tantissime persone, i primi fischi dell’arbitro nemmeno si sono sentiti tanto era il chiasso sugli spalti. Davvero una bella atmosfera. Il derby poi si gioca anche fuori, nei bar, dove tanta gente ed ex giocatori delle due società si incontrano e ricordano le vecchie partite discutendo su chi sia stato il più forte in passato».

Chi vede sfavorito nella corsa che vede come previsto 5 squadre per 4 posti playoff?

«Direi che è ancora tutto molto aperto. Anche noi dobbiamo tener presente che al ritorno avremo gli scontri diretti fuori casa. Penso che dopo la ripresa del campionato, in un mesetto sapremo come stanno le cose. Ora è tutto aperto. Reggiolo è quinta ma ha giocatori di talento, può rientrare nelle prime quattro. Sul campo degli Schiocchi Ballers ad esempio potrebbe scivolare qualcuna delle prime».

Dopo la pausa affronterete proprio Reggiolo. Che rischi ci sono a fermarsi per quasi un mese?

«Difficilmente riusciremo a fare amichevoli. La difficoltà principale sarà tenere il ritmo. Lo stesso problema lo avranno anche le altre squadre. Mi aspetto risultati strani dopo la pausa».

Quindi una disgrazia per
lei questo stop?


«Avevo già detto a inizio stagione che non mi piaceva, ma potrebbe avere un aspetto positivo. Le 9 vittorie hanno richiesto un grosso dispendio di energie mentali. Ora i ragazzi potranno scaricare la testa e curare la parte atletica».(r.b.)



TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon