Quotidiani locali

Alla Bagnolese il ko costa il primato

La squadra rossoblù va in vantaggio, poi si fa riprendere e capitola: il titolo di campione d’inverno va all’Axys

ZOLA PREDOSA (BOLOGNA) . Lo stadio Filippetti fatale alla Bagnolese. Come al Comunale di Rolo nell’allora seconda stagione targata Simone Siligardi, ai rossoblù sfugge il titolo di campioni d’inverno all’ultimo turno. I ragazzi di Ferraboschi scendono dal trono, ma arrivano alla sosta forti di un’inaspettata seconda piazza.

Punteggio alla mano, chi non era al Filippetti potrebbe pensare ad una resa della Bagnolese. Nulla di più falso, dato che i rossoblù sono sempre stati in gara.

Gli uomini di Ferraboschi hanno buscato il tris allo scadere, in contropiede e sbilanciati alla ricerca del pari. Per alcuni elementi non è stato il pomeriggio migliore, ma dopo un girone di andata così la Bagnolese merita applausi.

Il gol numero dodici di Zampino aveva illuso i rossoblù, il palo preso da Bonacini (sull’1-1) è l’episodio che poteva cambiare il match.

Il campo sintetico, le assenze e la forza della capolista hanno fatto il resto, ma la squadra di Ferraboschi può godersi un Natale a testa altissima.

PRIMO TEMPO. Bagnolese senza l’infortunato Lionetti (in panchina per fare numero), ma ci sono Della Corte e Zampino (in dubbio per problemi muscolari). Terza chiamata di fila per Calabretti, ora stabile in prima squadra dopo la partenza di Tavaglione alla Folgore Rubiera. Secondo gettone per Rebecchi dalla Juniores, preferito all’acciaccato Raedemamshaban. Dopo la tribuna con la Rosselli Mutina, torna tra i diciotto Pozzi.

Per Ferraboschi è 4-4-2 con rombo di centrocampo: in difesa coppia centrale Bonacini-Oliomarini, in regia Fraccaro con Zampino ad ispirare Habib ed Odoro.

Squadre accompagnate dai ragazzini del settore giovanile locale, poi sistemati in tribuna muniti di tamburi e di tifo incessante.

In avvio brivido Bagnolese, graziata dalla traversa a botta sicura di Caprioni (3’).

I rossoblù si scuotono, Lamia da fuori area sfiora il bersaglio (26’). La Bagnolese colpisce al 34’: Zampino addomestica palla in area, beffa due avversari e con un tiro secco e rasoterra indovina il primo palo. Allo scadere palla sporca dopo una botta di Faye, l’arpiona Habib che sbilanciato manda fuori.

SECONDO TEMPO. Rischio Bagnolese su Rea, punizione di Fraccaro con Bonacini pericoloso.

Rossoblù raggiunti al 10’, con Della Corte di stucco sull’imprendibile punizione di Caprioni. Palo di Bonacini all’11 (di testa su piazzato di Fraccaro), poi Bagnolese che si salva sulla traversa di Ierardi.

Rossoblù sotto a metà frazione: tiraccio di Ben Bahari che diventa un assist per Mantovani che sfrutta.

Dentro Rizzo ed Arrascue, a fare gli esterni alti nel nuovo 4-4-2.

Il cuore non basta, tris in contropiede con
Ierardi che spara all’incrocio l’assist di Caprioni.

L’Axys Zola esce al grido di “salutate la capolista”, ma alla Bagnolese l’onore delle armi e alla ripresa dovrà tornare in campo con la stessa grinta mostrata in questa prima parte di stagione.

Luca Cavazzoni

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon