Quotidiani locali

Regia schiacciasassi anche il Teramo ko

Altinier e Carlini decidono la sfida del Città del Tricolore

REGGIO EMILIA. In una giornata che regala sorprese inaspettate nelle altre partite del girone la Reggiana non sbaglia, conquista la quinta vittoria consecutiva davanti ai propri tifosi, prosegue la propria risalita in classifica, sale al quinto posto e riaccende improvvisamente tutti i sogni che solamente fino a pochi mesi fa sembravano impossibili da raggiungere. La sfida con il Teramo non è stata una gara facile, lo sapeva il tecnico Sergio Eberini che fin dal giorno prima predicava calma e lo sapevano i giocatori, ma l’occasione era troppo ghiotta per lasciarsela sfuggire. Prima di scendere in campo infatti Cesarini e compagni sapevano che la capolista Padova era caduta clamorosamente a Gubbio e, la partita del Città del Tricolore avrebbe potuto portare i granata a sole otto lunghezze dalla vetta della classifica. Aumentando forese un po’ il rammarico per quel pizzico di coraggio in più che è mancato nella sfida della scorsa settimana proprio all’Euganeo di Padova, ma allo stesso tempo un’occasione che non si poteva non sfruttare. E la Reggiana non ha fallito l’appuntamento, nonostante una partita davvero complicata per i giocatori di mister Eberini, contro un Teramo che proprio come aveva affermato il tecnico, aveva tutte le carte in regola per mettere in difficoltà Spanò e compagni. Ed è stato effettivamente così, fino al momento in cui i granata non hanno avuto il coraggio di provare le uscite palla a terra come avevano provato in allenamento e, da quel momento in poi, in campo si è vista una sola squadra. Quando poi i granata iniziano a trovare gli spazi giusti sul terreno di gioco allora per le difese avversarie sono davvero dolori, con elementi come Cesarini, Altinier e Carlini che vanno letteralmente a nozze in queste situazioni. Quando poi in area di rigore hai un elemento come Altinier, che finalmente fa l’Altinier e non è costretto a giocare a centrocampo spalle alla porta, tutto diventa molto più facile. Ai granata infatti è bastata una fiammata per trafiggere il Teramo, con il proprio bomber che ha fatto un gol dei suoi, da dentro l’area di rigore e da vero rapace, sbilanciando quel tanto che è bastato il proprio diretto avversario e, in quel momento, non c’è stato più scampo per l’estremo difensore teramano. E adesso? Adesso in casa granata vuole più fermarsi, perché al giro di boa della stagione, dopo i primi mesi in cui la squadra sembrava sprofondare sempre più giù, la Reggiana ha iniziato a rialzarsi, passo dopo passo ha ritrovato certezze, vittorie e serenità. Ora la squadra sa di potersela giocare contro chiunque, consapevoli del fatto che adesso le avversarie iniziano ad aver paura di questa squadra. Una squadra che è diventata matura, sa aspettare il momento giusto per fare male grazie ai suoi
giocatori più qualitativi e, soprattutto, una volta che “azzanna” la partita, diventa assolutamente devastante. L’ultimo step da fare è quello di annullare definitivamente le pause mentali che ogni tanto la squadra ancora ha, ma per questo ci sarà tempo durante la lunga sosta di gennaio.

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon