Quotidiani locali

Vai alla pagina su Reggiana calcio
La Reggiana adesso non vuole più fermarsi

Reggiana

La Reggiana adesso non vuole più fermarsi

Alle 18.30 contro il Teramo Cesarini e compagni cercano la quinta vittoria consecutiva in casa per continuare la risalita

REGGIO EMILIA. Più difficile della sfida in casa del Padova. Quella che attende oggi Cesarini e compagni è una partita molto più complicata di quelle che la classifica delle due formazioni vorrebbe far credere. I granata, quando alle 18.30 di oggi scenderanno sul campo del Città del Tricolore dovranno continuare a giocare con la stessa fame che ha contraddistinto la squadra di mister Eberini nelle ultime settimane, perché molto del risultato di oggi dipenderà proprio da Cesarini e compagni. Pur occupando il quintultimo posto in classifica, la formazione abruzzese fino a questo momento ha perso solamente quattro partite e, il tecnico Antonino Asta è un allenatore esperto della categoria.

I granata dovranno scendere in campo fin dal primo minuto con la giusta cattiveria agonistica, come hanno dimostrato di saper fare nelle ultime apparizioni. Nella giornata di oggi servirà soprattutto il coraggio, coraggio di giocare palla a terra nel caso in cui il Teramo decida di pressare i granata fin dall’inizio dell’azione, perché con la tecnica e la qualità di alcuni elementi della Reggiana, se si riuscirà ad eludere l’aggressività teramana, ci sono giocatori come Cesarini e Altinier che potrebbero diventare devastanti negli spazi che inevitabilmente si verranno a creare. E i due attaccanti granata, adesso che hanno trovato la giusta intesa sul terreno di gioco, hanno dimostrato a più riprese di sapersi trovare alla perfezione, risultando delle vere e proprie spine nel fianco per tutte le difese avversarie.

La Reggiana in questi ultimi mesi ha ritrovato tutte quelle certezze che sembrava improvvisamente avere smarrito all’inizio di questa stagione e, proprio per questo motivo, in casa granata c’è assoluto rispetto per gli avversari, ma altrettanta consapevolezza di non voler arrestare proprio adesso la marcia di risalita in classifica. Il pareggio di sabato scorso a Padova sembra aver momentaneamente accantonato le ambizioni di primo posto, ma allo stesso tempo i granata hanno avuto ancor più consapevolezza sul fatto di potersela giocare contro tutte le avversarie, senza alcun timore reverenziale. Questo è quello che dovrà essere messo in campo già dalla sfida di domani perché, come hanno detto anche in molti al termine della sfida dell’Euganeo, quel pareggio deve essere un punto di partenza, per proseguire nella striscia positiva

che ha riportato la Reggiana in piena zona playoff e che adesso, considerata anche la classifica molto corta, può portare i granata a lottare per le posizioni che più contano in vista della post season. E lì, come già visto anche l’anno scorso, a Reggio tutto può accadere.
 

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon