Quotidiani locali

gli avversari 

Juskevicius è la principale arma offensiva del Lietkabelis

REGGIO EMILIA. Arriva il Lietkabelis Panevezys che ha appena esonerato il coach Arturs Stalbergs quindi sulla panchina siederà per questa volta Vitaliy Cherniy.La gara è di vitale importanza nella...

REGGIO EMILIA. Arriva il Lietkabelis Panevezys che ha appena esonerato il coach Arturs Stalbergs quindi sulla panchina siederà per questa volta Vitaliy Cherniy.

La gara è di vitale importanza nella competizione per i primi 4 posti anche perché la classifica è corta e le due squadre sono alla pari con Galatasaray e Hapoel a soli due punti di distanza. I lituani in campionato hanno ottenuto per ora 10 vittorie e 4 sconfitte che equivalgono ad un terzo posto mentre in coppa sono a 3 vittorie come i reggiani. All’andata la Grissin Bon fu corsara 75-82 e il top scorer dei padroni di casa fu Peiners con 15 punti mentre i Lavrinovic ne segnarono 11 a testa. Nell’ultima gara sconfitta di misura contro il Bayern 77-78, prima volta che i tedeschi si trovano a lottare in un finale punto a punto, con Juskevicius autore di 21 punti con 5 bombe supportato da K. Lavrinovic con 18. Proprio Juskevicius è il principale giocatore da tenere d’occhio: grande tiratore dall’arco che nella quinta giornata era stato eletto mvp contro Podgorica dove segnò 9 bombe di cui 7 a fila per uno score personale di 31 punti. È una macchina quasi perfetta dalla lunetta (90%) e oltre a segnare è un ottimo assistman con 5 passaggi vincenti di media. Dei due Lavrinovic si sa tutto, Ksistof al momento gioca di più (21 minuti di media con 11.4 punti e 3.7 rimbalzi) e fisicamente è più integro di Darjus (9 punti, 3 rimbalzi e ancora grandi movimenti da insegnare agli avversari) ma vederli in coppia al Bigi sarà un momento di grande emozione che purtroppo non si è potuto vivere quando erano in biancorosso. Restando tra i lituani, Simas Jasaitis è un lungo che in 17 minuti cattura 4.6 rimbalzi segnando anche 5 punti mentre Vaidas Cepukaitis è un centro da 5 punti e 6 rimbalzi. Passando agli stranieri: Zanis Peiners è un’ala di 205 cm che con i suoi 12.7 punti di media è il secondo marcatore della squadra e pure lui da 3 va marcato.
Bene anche a rimbalzo con 5.1 palloni a partita recuperati. Con lui a formare il terzetto di stranieri c’è la coppia di americani formata dal play-guardia Gary Talton prelevato dal campionato greco e che segna 7.6 punti a partita e dal play Lorenzo Williams confermato in estate.



TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro