Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Reggiana, niente trasferta per chi non ha la tessera del tifoso

Calcio serie C, la decisione del Viminale in vista del match di sabato sera contro la capolista Padova Il club riapre immediatamente la sottoscrizione delle Supporter Card negli uffici di via Mogadiscio

REGGIO EMILIA. Un altro provvedimento che colpisce i tifosi della Reggiana. Dopo le indiscrezioni dei giorni scorsi è arrivata l’ufficialità nella giornata di ieri: a Padova sabato sera a sostenere la formazione guidata da Sergio Eberini ci saranno solamente coloro che sono in possesso della tessera del tifoso. Una scelta che va contro quanto previsto dal progetto 3P, progetto al quale la Reggiana ha aderito in questa stagione e che vorrebbe favorire un maggior coinvolgimento di tifosi e famiglie agli eventi sportivi, con l’abolizione proprio della tessera del tifosi, ma quanto deciso è un’altra restrizione dopo quando avvenuto la mattina del 12 novembre quando, un gruppo di sostenitori granata diretti a Bolzano per seguire la partita in casa del Sudtirol ha causato disordini all’autogrill di Povegliano Est, in cui erano presenti un gruppo di ultras del Parma a loro volta diretti a Cittadella per assistere alla gara dei crociati in casa dei veneti.

In quell’occasione la Polizia stradale di Verona fu costretta anche a chiudere il traffico lungo il tratto autostradale perché i tifosi reggiani erano a piedi lungo la carreggiata, dopo aver bloccato la corsia d’uscita dell’autogrill con dei pulmini e dopo quell’occasione, l’Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive ha deciso di non concedere più bonus ai reggiani. Per questo motivo la formazione di Sergio Eberini si ritroverà sabato sera allo stadio Euganeo, nel big match di giornata, in casa della capolista e con la possibilità di provare ogni discorso anche in ottica primo posto, senza una parte di tifosi che saranno penalizzati da questa restrizione.

È vero che a determinare il risultato sono sempre i ventidue giocatori in campo, perché chi è sugli spalti non può segnare un gol o parare un tiro degli avversari, ma i sostenitori granata hanno sempre dimostrato di essere un’arma importante per Cesarini e compagni, soprattutto in questo momento della stagione in cui il feeling tra squadra e tifosi è tornato ai fasti della scorsa stagione. Per di più in una sfida in cui il Padova potrà contare sulla forza del proprio pubblico per provare a staccare ancora di più la Reggiana in classifica. La formazione di Sergio Eberini infatti oggi è in piena risalita e sta diventando una minaccia sempre più concreta per le formazioni che la precedono. Chi ci sarà sicuramente sugli spalti dello stadio Euganeo è il Gruppo Vandelli, che ha da sempre sottoscritto la tessera del tifoso proprio per poter seguire in ogni occasione la formazione granata anche lontano da Reggio Emilia.

La società granata ieri ha immediatamente comunicato come presso la sede di via Mogadiscio sia possibile sottoscrivere la tessera del tifoso, sia al mattino sia al pomeriggio, per permettere così ai propri sostenitori di essere presenti sabato sera all’Euganeo di Padova.