Quotidiani locali

il centro americano 

Reynolds: «Siamo un bel gruppo lo dimostreremo già domani»

REGGIO EMILIA. «Con Milano ci sono mancati i dettagli, ma siamo un buon gruppo e lo dimostreremo già dalla prossima gara». È grintoso e aggressivo come in campo Jalen Reynolds, quando pensa al futuro...

REGGIO EMILIA. «Con Milano ci sono mancati i dettagli, ma siamo un buon gruppo e lo dimostreremo già dalla prossima gara».

È grintoso e aggressivo come in campo Jalen Reynolds, quando pensa al futuro della sua Grissin Bon. Il centro statunitense è tornato alla grande dall’infortunio disputando una prestazione notevole nella sconfitta all’ultimo secondo con Milano. Il lungo originario di Detroit ha chiuso con 17 punti e 5 rimbalzi in 30’, regalando pericolosità costante vicino al ferro. E di fronte non aveva proprio l’ultimo della classe, ma uno dei migliori giovani pivot d’Europa, l’impressionante colosso Gudaitis.

Come si sente fisicamente? La caviglia le dà ancora fastidi?

«Mi sento bene, ho lavorato duramente nella pausa per essere pronto. Sto cercando di continuare la riabilitazione aumentando i carichi e con Milano la caviglia ha risposto bene, quindi sono molto soddisfatto. Non sono ancora al 100% ma ci sto arrivando»

Non sarà ancora al massimo ma con Milano ha fatto una gran gara. Cosa vi mancato per vincere? A parte un po’ di fortuna nell’ultima azione.

«Abbiamo fatto una buona partita ma ci sono mancati i dettagli: abbiamo commesso qualche errore in difesa, mentre in attacco abbiamo sbagliato tiri che di solito mettiamo, però sono contento perché abbiamo giocato di squadra e costruito bene i nostri tiri».

Su che aspetti crede di dover migliorare?

«Sto lavorando sin dallo scorso anno con il nostro coaching staff e in estate per migliorare in ogni aspetto del mio gioco. Devo migliorare sulla continuità ed essere duro per tutti i minuti che sto in campo».

ha giocato bene e lo stesso ha fatto il suo rivale diretto, Gudaitis. Cosa si prova in un duello diretto del genere, contro un centro da Eurolega?

«È una bella sfida potermi confrontare con tanti giocatori di grande nome sia in Italia che in Europa. Voglio dimostrare che posso competere con tutti e restare ad alto livello e naturalmente aiutare la mia squadra».

È quella la sua ambizione? Fare un’ulteriore crescita verso il livello europeo più alto?

«Ora penso passo dopo passo a migliorare la situazione di classifica in campionato e a vincere qualche partita in Eurocup in modo di giocarci il passaggio del turno. So che devo essere duro, prendere i rimbalzi e aiutare sia in attacco sia
in difesa».

Siete in crescita ma la classifica rimane povera. È ottimista sul futuro?

«Assolutamente sì, siamo un buon gruppo e lo dimostreremo sul campo. Ora il focus è sulla partita con il Galatasaray, un impegno molto importante per tutti noi».(a.a.)

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista