Quotidiani locali

La Grissin Bon cala il jolly James White nella sfida con Milano

Oggi debutta il play Llompart, Reynolds verso il recupero L’ex Cinciarini in forse fino all’ultimo a causa di un’influenza

REGGIO EMILIA. C’è Milano, c’è il ritorno James White, c’è il rientro - probabilissimo - di Jalen Reynolds, c’è anche il debutto del play Llompart e un pala Bigi a un soffio dal sold out : gli ingredienti per una domenica straordinaria ci sono quindi tutti. Alle 17 di oggi la bombonera di via Guasco tornerà a pulsare per il big match di giornata contro l’EA7 di Simone Pianigiani.

Probabilissimo, come detto, il rientro di Reynolds dopo il forzato stop per infortunio alla caviglia. La decisione ufficiale, lo staff la prenderà soltanto al termine della seduta di tiro di questa mattina al Bigi, ma il centro sta bene come ha dimostrato ieri. Durante la rifinitura al palasport di Bibbiano, Reynolds ha infatti frantumato uno dei tabelloni con una schiacciata, strappando pure un applauso fra i tifosi che stavano assistendo alla seduta.

«Ci sono buone possibilità che Jalen sia della gara - ha rivelato il coach Max Menetti -. Deciderò solo all’ultimo e se lui rientrerà a fargli posto sarà Sané».

Il tecnico reggiano si lascia andare e dice di nutrire anche la speranza di poter fare l’impresa contro l’EA7.

«Affrontiamo la Juventus dei canestri guidata da un grande allenatore. Simone Pianigiani, che riabbracciamo molto volentieri. Il palasport è vicino al sold out per la prima volta da quando la capienza è salita oltre i 4500 posti. La sfida si presenta da sola: da una parte c’è una grande del campionato dall’altra ci siamo noi che vogliamo cullare un sogno. Dobbiamo mantenere il senso di emergenza, perché questo ci consente di restare umili e provare a centrare un risultato clamoroso».

L’ex sempre contestatissimo Cinciarini è stato costretto a fermarsi in settimana a causa di un attacco influenzale e, a ieri sera, ancora non c’era la certezza della sua presenza in campo.

Cincia o meno, Menetti vede bene Milano, nonostante sia reduce dallo scivolone interno con Avellino. «La nostra avversaria ha gerarchie ben definite e questo fa sì che sia la squadra da battere. Nel suo gioco si vede benissimo la mano di Pianigiani, l’allenatore del ciclo d’oro di Siena e il più vincente del basket italiano degli ultimi anni».

Nella super sfida odierna i tifosi vivranno anche la grande emozione di rivedere White in azione con la maglia della Grissin Bon.

«James l’ho trovato...James - sorride il coach reggiano -. Cioè io parlo di salvezza e lui di scudetto. Ma lo dice con maturità, perché pensa a cosa può fare la squadra passando attraverso determinati step. L’ho trovato maturo. In squadra farà
il quattro e credo che non si discosti molto dal ruolo che, da gennaio in poi, aveva avuto con noi».

Debutterà anche il play Llompart. «È un giocatore che apprezzeremo per le sue qualità. È un regista classico, ordinato e intelligente».

©RIPRODUZIONE RISERVATA



TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista