Quotidiani locali

Terre di Canossa, matricola terribile

Seconda categoria, la squadra di Aldo Viani è quinta e non vuole fermarsi

CIANO . Chi pensava che il Terre di Canossa avrebbe recitato il ruolo di matricola titubante si sbagliava, e anche di grosso: dopo aver vinto con largo margine la Terza Categoria dello scorso anno, la formazione biancoblù si sta dimostrando capace di lasciare il segno anche nell'alta classifica di Seconda. «Bisogna ricordare che non siamo nemmeno a metà percorso - sottolinea il confermatissimo mister Aldo Viani - Tuttavia ora siamo quinti, con 17 punti in 11 partite: si tratta di numeri che assumono significati davvero confortanti. Colgo l'occasione per ringraziare giocatori, società e il mio instancabile vice Andrea Baroni».

Viani, dove stanno i vostri maggiori punti di forza? E viceversa, quali sono i difetti del vostro gioco?

«Lo spirito di gruppo e la tenacia rappresentano due ingredienti centrali nel rendimento che stiamo fornendo: siamo una squadra che non molla mai, nel vero senso del termine. Al di là dei risultati ottenuti nelle singole partite, fin qui non ci siamo mai fatti intimorire nemmeno dalle formazioni che sulla carta hanno mezzi superiori ai nostri. D'altro canto, dobbiamo crescere per quanto riguarda l'efficacia sotto porta: pur avendo il quarto miglior attacco del gruppo E, con 20 reti all'attivo, potremmo essere ancora più incisivi in chiave offensiva».

A questo punto, l'obiettivo di una semplice salvezza inizia a calzarvi stretto?

«Non siamo certo nella condizione di fare proclami ai quattro venti: per noi la Seconda è un mondo nuovo, e non dobbiamo mai dimenticarcene. Ora pensiamo essenzialmente a una partita per volta: solo a metà della fase di ritorno, e quindi a primavera inoltrata, capiremo davvero se ci sarà spazio per nutrire aspettative in ottica play off».

Domenica, neve permettendo, sarete ospiti del Real Casina terzo della classe: un banco di prova molto rilevante...

«Certo che sì: si tratta di un confronto non ancora decisivo, ma che comunque darà preziose indicazioni sulle nostre prospettive in questo campionato. Noi dovremmo presentarci al completo: abbiamo
qualche acciacco qua e là, ma sono problemi che contiamo di risolvere in tempo utile».

Il vostro pubblico continua a seguirvi con la consueta attenzione?

«Certo che sì, e la nostra affezionata platea è senza dubbio un ulteriore valore aggiunto». (n.r.)

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista