Quotidiani locali

Vai alla pagina su Reggiana calcio
La Reggiana deve andare oltre l’emergenza

Reggiana

La Reggiana deve andare oltre l’emergenza

Alle 18.30 arriva l’Albinoleffe e davanti a Mike Piazza i granata vogliono dimostrare di poter stare tra le grandi del girone

Reggiana, Sergio Eberini mantiene i piedi per terra in vista dell'Albinoleffe REGGIO EMILIA. Alla vigilia della sfida contro l'Albinoleffe il tecnico della Reggiana non vuole lasciarsi prendere da facili entusiasmi "I nostri avversari sono forti e hanno dimostrato di meritare il terzo posto in classifica. Noi come al solito dobbiamo fare i conti con l'infermeria".

REGGIO EMILIA. Più forte degli infortuni e degli ostacoli che ogni settimana mettono a dura prova la rosa granata. Dopo la splendida vittoria ottenuta domenica scorsa in casa del Bassano la Reggiana vuole continuare oggi la rincorsa verso quelle posizioni di classifica che competono alla formazione guidata da Sergio Eberini.

Non sarà però una cosa scontata, perché oltre all’avversario di turno, che questa sera alle 18.30 vedrà i granata opporsi all’Albinoleffe terza della classe, la rosa della Reggiana è costantemente costellata da infortuni che stanno riducendo ai minimi termini i giocatori a disposizione del tecnico Eberini. Per la sfida di oggi sono infatti solamente quattordici i giocatori della prima squadra che il tecnico ha potuto convocare, ma questa Reggiana oggi non è certo una formazione che si ferma a piangersi addosso anzi, la Reggiana oggi è una squadra pratica, che ha ritrovato le proprie certezze e ora scende in campo pensando esclusivamente a se stessa.

Proprio per questo motivo il tecnico Eberini non snaturerà la squadra nemmeno davanti alla terza della classe e alle assenze importanti che hanno colpito la Reggiana perché, adesso, sono gli avversari che devono iniziare ad adeguarsi alla formazione granata, che sta risalendo velocemente la classifica e vuole insediarsi nelle posizioni di vertice che ad oggi sono assolutamente alla portata di Cesarini e compagni. La sfida di domenica scorsa a Bassano era la prima di un trittico che avrebbe detto dove sarebbe potuta arrivare la Reggiana in questa stagione.

Il primo test è stato superato a pieni voti e ora c’è un altro scalino da superare prima della sfida in casa della capolista Padova in programma tra sette giorni. L’Albinoleffe dal canto suo ritroverà in campo Alessandro Sbaffo, l’ex di turno al quale nel tardo pomeriggio di giovedì, diverse ore dopo l’intervista, è stata ridotta la squalifica da una a due giornate e potrà tornare così su quel terreno di gioco che l’anno scorso l’ha visto tra i trascinatori della Reggiana durante i playoff.

I granata oggi avranno anche un tifoso in più allo stadio, perché arriverà proprio in tempo per il fischio d’inizio direttamente dagli Stati Uniti anche il presidente Mike Piazza che torna in città dopo alcune settimane di assenza e vuole continuare a festeggiare insieme alla propria squadra per una costante risalita in classifica. Dopo un inizio di stagione da incubo la Reggiana ha ritrovato le proprie certezze e, dopo un mese di novembre quasi perfetto, è tornata a recitare un ruolo da protagonista nel girone. Ruolo che adesso ha la possibilità di legittimare contro una delle formazioni più in forma del girone.
 

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista