Quotidiani locali

promozione 

Fabbrico stasera a Polinago mister Vullo vuole sognare

FABBRICO. In corsa per i play off ma reduce dal derby perso a Campagnola, ecco che il Fabbrico si rituffa nella Coppa Italia di Promozione. Biancazzurri al Comunale di Polinago, per affrontare i...

FABBRICO. In corsa per i play off ma reduce dal derby perso a Campagnola, ecco che il Fabbrico si rituffa nella Coppa Italia di Promozione. Biancazzurri al Comunale di Polinago, per affrontare i modenesi guidati da Lorenzo Baroni (originario di Cavola di Toano) nella gara di andata dei quarti di finale (ore 20.30).

«Sarà una partitaccia - premette mister Matteo Vullo - sia per noi che per loro. Il meteo di questi giorni renderà tutto più complicato, ambientalmente troveremo una situazione difficile. Secondo me, anche già il fatto di giocare non è così scontato».

Sono passate le scorie del ko di Campagnola?

«Abbiamo giocato bene, fino all'espulsione di Nazzani il derby era in equilibrio. Con l'uomo in meno abbiamo consegnato loro le chiavi del match, dove eravamo stati comunque bravi a rimediare all'assenza di Coghi ed agli infortuni durante il derby dei vari Beccaria, Ferreira e Magro».

Questa sera si aspetta una reazione?

«Giocheremo su un campo piccolo, contro un Polinago ostico e rognoso. Avremo fuori Nazzani e Saturno per squalifica, non so se riusciremo a recuperare Coghi e Magro. Sarà dura, pur non sapendo che reale importanza il Polinago possa dare alla coppa. Rispetto a noi sono reduci da una sconfitta diversa, dato che domenica contro la FalkGalileo si sono trovati anche in superiorità numerica. Credo però che giunti a questo punto tutti ci tengano a fare bene, d'altronde sono rimaste in corsa otto squadre».

La Coppa Italia è un vostro obiettivo?

«Ci teniamo, noi non l'abbiamo mai snobbata. Finora abbiamo sempre vinto, facendo un buon percorso. Nel turno precedente abbiamo affrontato FalkGalileo e Cittadella Vis S. Paolo in condizioni loro particolari, ma già al primo girone avevamo battuto Luzzara e Campagnola. La coppa è importante, ma per forza di cose non possiamo focalizzarci solo su questo obiettivo. Resterebbero da giocare ancora cinque gare, ma piuttosto distanti una dall'altra. Bisogna essere bravi nel saper gestire due competizioni parallele, d'altronde non puoi pretendere di essere al top per un mercoledì al mese senza poi la dovuta concentrazione anche alla domenica. Noi interpretiamo tutte le gare per provare a vincere, diciamo che per noi gli impegni di coppa equivalgono a dei turni infrasettimanali di campionato».

E' un Fabbrico ambizioso? «In estate la società è stata chiara, l'intenzione è migliorare il quinto posto della passata annata. Allora sfuggirono i play off, ma solamente per distacco. Sono poi partiti Ficarelli e Sbuciomelea, ma la rosa attuale non si discosta poi tanto da quella della scorsa stagione. Abbiamo preso giocatori importanti come ad esempio Magro e Saturno, alzando l'asticella
delle aspettative. Finora siamo in sintonia con gli obiettivi, vogliamo arrivare a giocarci i play off. Tentiamo il salto di categoria, che sia attraverso il campionato oppure la coppa. Non è assolutamente detto che ci riusciremo - ammette il tecnico Matteo Vullo - ma vogliamo provarci».

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista