Quotidiani locali

Si dimette l’allenatore Tinti la Bmr affidata al vice Ranieri

Basket serie B, il tecnico ex Fortitudo Bologna lascia dopo la rullata presa dalla neopromossa Lugo Il presidente Bertani: «Stiamo attenti al mercato per cercare un nuovo coach e anche un rinforzo»

SCANDIANO. Antonio Tinti non è più l’allenatore della Bmr. Il tecnico ex Fortitudo Bologna che questa stagione è riuscito a racimolare due sole vittorie (in nove gare giocate) ha rassegnato le dimissioni. Il club, dopo una lunga riflessione, ha deciso di accettarle e la squadra è stata temporaneamente affidata al vice Andrea Ranieri che sarà in panchina nel match contro la Bakery Piacenza, in programma alle 18 al pala Regnani.

Le dimissioni sono arrivate dopo qualche giorno il pesantissimo ko con Lugo, una neopromossa. Una batosta da 93 a 57.

«Mi spiace molto perché a mio parere Tinti ha fatto un ottimo lavoro qui da noi -ha commentato il presidente Giorgio Bertani -. La serie B per noi era una novità lo scorso anno e grazie alla sua esperienza siamo cresciuti parecchio».

Come ha giustificato la sua decisione?

«Dopo la brutta sconfitta a Lugo in cui non siamo scesi in campo, ho detto ai giocatori che se qualcuno non aveva più voglia di impegnarsi per la Bmr, poteva andarsene. Poi è rimasto il coach a parlare a lungo con loro. Ieri sera (mercoledì, ndr) ci siamo incontrati e ha dato le dimissioni dicendo che non sentiva più la fiducia del gruppo e che era inutile continuare. È stato un signore. Mi spiace si sia arrivati a questo punto. Domenica andrà in panchina il vice, poi vedremo. Iniziamo a guardarci intorno».

Come spiega l’inizio così tribolato?

«È un momento di difficoltà da cui fatichiamo a uscire. La squadra è meno fisica dello scorso anno senza Veccia e Chiappelli, ma non credo sia solo quello. Ora ci mancano le certezze che maturano dalle vittorie».

Una spiegazione potrebbe essere il roster con un senior in meno?

«I giovani iniziano ad arrivare, ma faticano ancora. Abbiamo buttato qualche partita, direi almeno un paio perse nel finale. Ci stiamo trascinando un po’ i problemi della preparazione e pure la situazione fisica di qualche giocatore come Pugi o gli infortuni di Farioli e Malagutti non ci hanno aiutato».

Tornerete sul mercato?

«Se ci sarà la possibilità di firmare un giocatore che rientra nei nostri parametri siamo pronti a fare uno sforzo».

State già sondando il mercato?

«Ci guardiamo intorno, ci sono stati offerti alcuni giocatori che però lo staff tecnico non ha giudicato essere quelli giusti per noi. In questa fase di campionato non ci sono molti atleti disponibili».

Si sente la mancanza di Chiappelli?

«È un ottimo giocatore e sarà difficile
trovare uno come lui».

Cosa si aspetta dalla partita di domenica contro Piacenza?

«Mi auguro che i nostri giocatori disputino una buona partita. Piacenza parte favorita, ma secondo me non siamo scarsi come dice la classifica, possiamo dire la nostra».



TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista