Quotidiani locali

Luca Campani alla Vianese «I miei gol e ci salveremo»

Prima categoria: l’attaccante ex Scandianese e Arcetana è il colpo di queste ore «A Maranello non ho trovato molto spazio, qui ho parecchi amici e farò bene»

VIANO. La Vianese ha piazzato un vero jolly di mercato: ora mister Gaetano Di Gesù può contare anche su Luca Campani, navigato attaccante classe '89 ex Scandianese e Arcetana.

Il goleador di Ventoso si sta già allenando con il gruppo rossoblù, ma per motivi burocratici potrà essere schierato solo dal 3 dicembre: il debutto con la nuova maglia è quindi previsto nella trasferta di San Cesario, valevole per la tredicesima giornata del girone D di Prima Categoria.

«Nell'estate 2016 ero approdato al Maranello in Promozione, e lì sono rimasto fino a pochi giorni fa - spiega Campani - Mi dispiace soltanto per il modo in cui la mia esperienza modenese si è conclusa: infatti, negli ultimi due mesi il mio impiego in campo è stato piuttosto discontinuo. La società e il mister hanno tutto il diritto di fare le loro scelte, ma io ovviamente ci sono rimasto male: in questa prima parte della stagione 2017/2018, avrei potuto e voluto dare un contributo ben superiore rispetto al minutaggio che mi è stato dato».

Ora questa nuova avventura in cui Campani ripone grandi aspettative: «Per smaltire la delusione - prosegue l'attaccante - ciò che mi serve è un nuovo inizio: quindi ho colto al volo la grande opportunità che mi è stata presentata dalla Vianese, perchè qui c'è l'ambiente giusto per rigenerarmi sotto l'aspetto calcistico. Del resto a Viano ho parecchi amici come compagni di squadra, e il diesse Luca Filieri mi ha illustrato un insieme di piani societari che reputo davvero convincente: dunque, sono riuscito a trovare gli ingredienti migliori per ripartire con nuove motivazioni".

Tuttavia, la Vianese non se la sta passando benissimo in classifica: con 14 punti raccolti in 11 partite, i rossoblù sono appena una lunghezza sopra la zona playout. E infatti non si azzarda a fare pronostici che vadano al di là della salvezza.

«A mio parere - rimarca Campani - il nostro organico dispone dei mezzi necessari per arrivare a confermarsi nella categoria senza eccessive sofferenze. Al momento, il traguardo primario è infatti la salvezza: peraltro siamo una neopromossa, e quindi è sempre bene andare cauti con ogni tipo di pronostico. Se poi riusciremo a ottenere qualcosa di meglio, ben venga: io intanto sono in forma, e dunque garantisco
fin da ora i massimi sforzi per portare la Vianese sempre più lontana dagli spareggi retrocessione. Inoltre - prosegue il bomber - colgo l'occasione per ringraziare anche la mia famiglia: la mia compagna Giulia e nostro figlio Mattia, che ha 15 mesi».

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista