Quotidiani locali

Correggese, Lazzaretti pronto a cambiare tutta la rosa

Il presidente presenta il ritorno di Marra e avverte: «Se non arriva un segnale smantello la squadra e ne faccio un’altra»

CORREGGIO. La Correggese riparte da Salvatore Marra. Dopo l’esonero di Gabriele Graziani, arrivato domenica nel dopopartita, si riparte da Marra con un monito importante di Lazzaretti.

«Si riparte con un terzo capitolo in fatto di panchina, da ora in avanti non si accetteranno più giustificazioni e mi aspetto una importante svolta già da domenica a Città di Castello. Se questo non avverrà sarò pronto a smantellare tutta la rosa e a ripartire con nuovi elementi».

Dunque Correggese chiamata a fare una grande prestazione già dal prossimo impegno, delicato e difficile.

«Ogni partita è difficile – ha spiegato Marra – e come le altre lo sarà anche questa contro lo Sporting Trestina. Per noi ogni partita deve essere vissuta come una finale e dunque sarà questo lo spirito che ci dovrà portare in campo».

Come ha trovato la squadra mister?

«Demoralizzata come è naturale dopo una sconfitta e volenterosa di voler uscire da questa situazione. Nei prossimi giorni si vedrà meglio un po’ tutto il lavoro da fare».

Ha visto la Correggese dopo il suo esonero?

«No. L’ho vista solo nelle immagini. Non mi sembrava molto corretto nei confronti di Graziani venire a vedere la squadra. Credo che il lavoro di un collega vada sempre rispettato».

Utilizzerà lo stesso modulo di Graziani?

«Per il momento e per le esigenze tecniche di questa squadra si. Abbiamo qualche defezione con gli under e domenica avremo fuori Giacomo Tacconi infortunato e in forse anche Antonio Guerri per cui si farà di necessità virtù. Nel proseguo poi si vedrà»

Cosa vi siete detti con Lazzaretti?

«Abbiamo fatto una bella chiacchierata ed è emerso quanto ci tenga a questa squadra e quanto rammarico ci sia da parte nostra di non riuscire a ricambiare tutto quello che questa società fa per noi. Ora tocca a me dimostrare che le prime tre partite non rispecchiano la verità. Il passato è alle spalle e dobbiamo guardare al futuro».

Assieme a lei è arrivato anche Luca Piscitelli.

«Si è un vice allenatore con il quale collaboro da anni. Si aggiunge allo staff di Fontana e Araldi con i quali si è già parlato. Di questo vorrei ringraziare la società per aver permesso il suo inserimento».

«Sono molto contento di essere venuto a Correggio - afferma Piscitelli - in una società seria e rinomata come la Correggese. Lo scorso anno qudno venni a Correggio per un torneo rimasi molto colpito dalla struttura e dall'organizzazione ed è un onore essere qua».

«Il vantaggio nel reinserimento di Marra – spiega il diesse Mirko Garaffoni – è sicuramente quello di avere un mister che già conosce i giocatori e con la situazione nella quale ci troviamo e il poco tempo che rimane per recuperare punti non è un vantaggio da poco. Una situazione che non siamo riusciti a sistemare con Graziani, al quale vanno i nostri più

sinceri ringraziamenti per l’aiuto dato in questi mesi, e che ci auguriamo di fare con il nuovo allenatore. Ora dobbiamo metterci nell’ottica di tralasciare il bel gioco e di fare punti cercando di scendere in campo con la mente sgombra e forte per affrontare ogni avversario».
 

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista