Quotidiani locali

Regia convalescente e oggi Piazza svela i piani del futuro

Contro il Pordenone una vittoria frutto del lavoro di Eberini e delle voci di un consolidamento della società granata

REGGIO EMILIA. Se son rose fioriranno. E se fioriranno lo dovremmo scoprire già oggi quando a mezzodì il patron Mike Piazza svelerà i suoi piani, fondamentali per il futuro della Reggiana.

Perché sicuramente le due vittorie di fila di Genevier e soci hanno riportato il sorriso tra molti tifosi granata, ma quei sei punti non bastano a fugare dubbi e inquietudini sul futuro della Reggiana. Non a caso, la notizia che, pochi giorni dopo il suo ritorno a Reggio Mike Piazza aveva saldato le spettanze con i giocatori con largo anticipo rispetto alla scadenza ultima di dicembre, è stata salutata con un sollievo pari se non addirittura superiore a quello che è arrivato assieme ai tre punti contro il Pordenone di Colucci. Tre punti che per la Reggiana di Eberini non disegnano ancora uno scenario diverso da quello che accomuna le squadre che devono togliersi dal pantano dei playout. Al contrario del potere taumaturgico che invece hanno le good news sul fronte societario.

Per il resto la partita con il Pordenone ha dato indicazioni confortanti e altre decisamente meno. Tra le buone notizie, una riguarda sicuramente il match-winner, ovvero Pietro Cianci. Scelto dal mazzo dei panchinari senza troppo preavviso, Cianci si è fatto trovare pronto ed è riuscito in parte a far dimenticare che, sin qui, la Reggiana ha giocato con il fantasma di Altinier al posto di colui che era considerato uno degli attaccanti più affidabili della categoria. Di fronte alle prime partite, si ricorderà, si disse che Altinier era una sorta di motore diesel, di quelli che hanno bisogno di tempo per scaldarsi. Il guaio è che sembra che di questo motore qualcuno ha smarrito le chiavi di accensione.

In riserva c’è poi anche Cesarini. E quale sia la percentuale di cattiva forma fisica nel momento di crisi del “Mago” forse nemmeno lui lo sa. Altra nota negativa, l’incasso. Per colpa di un calendario senza alcuna logica, il cassiere granata mercoledì ha pianto miseria. A nostro avviso, più che un contenzioso con il Sassuolo, ci potrebbero
essere gli estremi per un contenzioso con la Lega Pro. Tra le cose da salvare, la buona forma di Erik Panizzi e Andrea Bovo, che però domenica sarà squalificato e non potrà dare il proprio contributo nel match tra i granata e il Sudtirol dell’ex granata Paolo Zanetti.



TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista