Quotidiani locali

«La Maratona di Reggio resta tra le prime in Italia»

Podismo, l’edizione 2017 della gara reggiana si svolgerà il prossimo 10 dicembre L’organizzatore Manelli: «Puntiamo a confermare i numeri dello scorso anno»

REGGIO EMILIA. Scattata la macchina organizzativa della 22esima Maratona di Reggio Emilia-Città del Tricolore, che prenderà il via domenica 10 dicembre da corso Garibaldi, organizzata dalla Tricolore Sport Marathon.

Il giorno precedente la gara, aprirà i battenti il quartier generale allestito al Bigi di via Guasco (Centro Maratona-Expo), mentre lo stop alle iscrizioni è fissato per lunedì 4 dicembre. A introdurre l’edizione 2017 è lo scandianese Paolo Manelli, presidente della Tricolore Sport Marathon. Dopo 21 edizioni della Maratona di Reggio Emilia-Città del Tricolore con ben poche sbavature, viene da pensare che la macchina organizzativa viaggi col pilota automatico. È così? «In realtà - spiega - ogni anno ci sono problemi e situazioni nuove da fronteggiare, dobbiamo dire un grosso grazie a tutti i nostri volontari, e naturalmente agli sponsor, che rendono possibile il progetto maratona».

Si riparte dai 2700 iscritti del 2016, quali gli obiettivi in termini di adesioni per questa edizione?

«L’obiettivo è riconfermare i numeri dell’anno passato, o quantomeno avvicinarsi. Un numero di partecipanti così ci permetterebbe di rimanere fra le prime maratone in Italia».

Percorso confermato col passaggio in Piazza della Vittoria introdotto nel 2016?

«Sì, tutto confermato, percorso perfettamente identico a quello di un anno fa».

La maratona di Reggio Emilia-Città del Tricolore ha ancora margini di crescita; se sì, in quale ambito?

«Ogni evento può e deve crescere, se non in termini numerici, in altri aspetti, come l'accoglienza, i servizi e le strutture. Siamo molto contenti del fatto che di anno in anno il legame con la città stia diventando sempre più stretto; da questo rapporto nascono tante iniziative dedicate ad atleti e accompagnatori provenienti da tutta Italia».

Confermata amche la tradizionale non competitiva (4 km), la Run 4 Charity Coop Alleanza 3.0 con ricavato destinato a 9 onlus, ma c'è da aspettarsi qualche altra novità tra le iniziative collaterali all’edizione 2017?

«Abbiamo introdotto una competizione a squadre all'interno dell’evento, il Tricolore Team Trophy, una formula in cui crediamo; quest'anno sarà in forma sperimentale, ma contiamo di investire nei prossimi anni su questa idea per renderla ancora più avvincente».

Reggio è la maratona di tutti, dell’ultimo al traguardo accolto come il primo, ma qualche
top runner è possibile svelarlo?


«Stiamo lavorando per offrire agli appassionati ancora una volta una gara di buon livello, cercando di portare alla ribalta atleti italiani; direi che a partire dalla prossima settimana potremmo iniziare a fare qualche nome».



TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista