Quotidiani locali

La Grissin Bon rullata dal Monaco

I biancorossi si inchinano alla capolista del gruppo B

REGGIO EMILIA. La solita povertà offensiva non consente alla Grissin Bon di giocarsela nel monumentale Audi Dome contro il Bayern Monaco.

Come da copione, i biancorossi si inginocchiano alla capolista del gruppo B, facendo vedere di che pasta son fatti solamente all’inizio del terzo periodo quando per più di 2' riescono a render silente l'attacco della corazzata bavarese. Scontato il risultato del mercoledì di coppa che, visti i risultati delle altre, non va a stravolgere più di tanto la classifica del gruppo B in cui i giochi sono ancora aperti.

Quintetto inedito per la Grissin Bon con Candi dentro sin dal primo minuto assieme a Della Valle, Markoishvili, Wright e Reynolds. Candi ripaga la fiducia di Menetti mettendo dall’arco i primi punti reggiani. Alla tripla del play segue quella di Della Valle. Almeno lì Reggio c’è, ma il Bayern - forte e completissima - la mette da tutte le posizioni.

La Grissin Bon trova ancora una tripla (Markoishvili) per l'inatteso vantaggio. Booker però impatta (9 pari) al 3’. Si scalda Cunningham, ma Reggio riesca a restare in scia fino alla metà del quarto quando i tedeschi - che fanno girar palla che è un piacere e dall'altro lato del campo chiudono alla perfezione l’area reggiana - allungano al +8 (19-14).

Reggio pur stordita si riprende, ricuce in parte lo strappo e nell’ultimo minuto, con un canestro impossibile di Della Valle si spinge sino al -4 (24-20). Alza immediatamente la voce, il Bayern. In una manciata di secondi, gli uomini di Sasha Djordjevic mettono insieme un fulmineo 4 a 0 che chiude il primo quarto sul 28-20. Continuano a urlare, i tedeschi: la loro striscia resta aperta e Reggio, offuscata e ormai alle corde, non combina più nulla inattacco e scivola in meno di 3’ al -14 (34-20). Candi, su passaggio di Mussini, spezza il silenzio con un tiro messo dai 6.75. Il Bayern continua però a far la voce grossa e spinge più volte i biancorossi a perder palla, trovando anche canestri oggettivamente facilini.

Soffre, Reggio. Al punto di scivolare ancora più giù (al 6’ i tedeschi sono avanti 41-25) prima che Della Valle le regali l’emozione di un tripla. Dopo quella, un nuovo vuoto offensivo in cui la pazzesca tripla di Dedovic è la coltellata finale di un primo tempo che si chiude sul 50-28.

La Grissin Bon torna sul parquet con una certa decisione che si traduce in una ritrovata efficacia difensiva, tanto che Monaco resta silente per i primi 2’ Si sblocca Wright, ma disgraziatamente lo fa pure il Bayern che, alla veloce, vola a +19. Con una giocata di classe, Markoishvili scocca dall’arco un tiro strepitoso. Dalla riga bianca, Candi - un altro, va detto, rispetto al fantasma apparso a Brescia - rosicchia punti. Sul 55-43 pesa enormemente l’errore da sotto di Reynolds che avrebbe portato il passivo a dieci punti, Di là, subito, Redding punisce di brutto e i tedeschi, comunque calati rispetto al primo tempo, continuano così a veleggiare avanti di 15 punti. Nell’ultimo quarto si entra sul 62-49 e qui il Bayern stringe per chiuderla. Non è d’aiuto alla causa reggiana Markoishvili che al 4’ reagisce malino, si becca il quinto fallo ed è costretto
a uscire dai giochi. Lì la gara si chiude con i locali che danno le decisive spallate che spingono a terra la Grissin Bon.

Le altre gare del gruppo B hanno visto il Lietkabelis battere 86-79 il Podgorica e il Galatasaray vincere 91 a 81 in casa dell’Hapoel.(l.p.)

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista