Quotidiani locali

Vai alla pagina su Reggiana calcio
Cianci: «L’azione del gol? La proviamo spesso»

Reggiana

i protagonisti 

Cianci: «L’azione del gol? La proviamo spesso»

Il portiere Narduzzo ha dato tranquillità a tutta la squadra: «È questo il mio compito»

REGGIO EMILIA. Pietro Cianci e Davide Narduzzo, protagonisti del secondo successo consecutivo granata, tessono le lodi di chi, per scelta tecnica od infortunio, ha ceduto loro il posto. «Altinier è un grandissimo giocatore, noi abbiamo bisogno di lui, delle sue qualità, della sua esperienza, è prodigo di consigli per me, poi è evidente che giocare fa piacere a tutti».

La rete è arrivata con una bella torsione di testa.

«È una situazione che proviamo spesso in allenamento, Panizzi conosce i miei movimenti, ha messo in mezzo una gran bella palla. Sono contento per la squadra».

Quando ha saputo che avrebbe giocato titolare?

«Durante la riunione tecnica, qualcosa in settimana avevo intuito. L’importante è mettersi a disposizione della squadra, dal primo minuto o a partita in corso».

Nel primo tempo avete sofferto.

«Non siamo riusciti ad essere molto propositivi, ma siamo stati bravi a rimanere compatti. Nella ripresa abbiamo alzato il baricentro».

Dove può arrivare questa Reggiana?

«È presto per dirlo. Sappiamo che dobbiamo continuare e migliorare».

Dopo aver preso il posto a Perilli l’anno scorso, Narduzzo si prepara a fare lo stesso con Facchin?

«Facchin è un grande portiere, reduce da un campionato vinto, ora è fuori per infortunio, il mio compito è farmi pronto».

È stato attento sulle palle alte.

«Non sempre serve la grande parata. Io cerco di aiutare la squadra andando a prendere palloni alti. Se riesco a dare serenità vuol dire che svolgo bene il mio compito».

L’azione del palo nel primo tempo?

«Sono andato per proteggere la porta, c’è stato un rimbalzo strano su Lombardo,
un po’ di fortuna ogni tento ci vuole».

E ora?

«Bisogna continuare. La classifica non rende giustizia alle nostre qualità e alla nostre ambizione. L’impegno e l’attenzione però non devono calare, perché chiunque, o quasi, può vincere o perdere con tutti».

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista