Quotidiani locali

Chris Wright oggi in città per il lungo c’è da attendere

Il nuovo play effettuerà nel pomeriggio le visite con lo staff medico reggiano Il club guarda Milano: Cory Jefferson e Simone Fontecchio potrebbero liberarsi 

REGGIO EMILIA. Sbarcherà oggi in Italia il nuovo acquisto Chris Wright.

Nel pomeriggio il play americano effettuerà le visite con i medici dello staff biancorosso e nella mattinata di domani completerà le pratiche per il tesseramento.

Alle scade la deadline per poter essere schierato in campo nel big match di sabato sera in via Guasco contro Pistoia.

I tempi sono strettissimi ma il club confida di poter espletare le ultime pratiche nella mattinata di domani e poter così averlo a disposizione per la sfida contro la The Flexx.

Wright, in ogni caso, effettuerà domani pomeriggio il primo allenamento con la squadra. L’esterno uscito da Georgetown ha disputato lo scorso campionato di serie A con la maglia della Fiat Torino, dopo altri passaggi in Italia a Pesaro e Varese, ma è stato limitato da un infortunio a un polpaccio.

In attesa di vedere il nuovo numero 12 biancorosso in campo, dalla Germania il ds Alessandro Frosini ha continuato a lavorare per reperire il nuovo lungo che andrà a rinforzare un reparto falcidiato dagli infortuni (fuori sono infatti l’ala estone Siim-Sander Vene, il baby Alessandro Vigori e il capitano Riccardo Cervi).

In particolar modo si sta guardando a Milano. In casa EA7, infatti, l’arrivo di Curtis Jerrells (fresco di divorzio dall’Hapoel Gerusalemme, avversaria della Grissin Bon in coppa) spedirebbe Cory Jefferson in tribuna, visto il limite di tre extra. Fa gola a tanti, il centro che in maglia Armani sta viaggiando a una media di 3 punti e 2.8 rimbalzi negli 11’ mediamente giocati a gara. Il lungo non corrisponderebbe però all’identikit del giocatore che a Reggio si sta cercando. Già da diversi giorni, infatti, lo staff reggiano aveva virato su un’ala con l’idea di concedere sempre più minuti da cinque a Julian Wright.

La dirigenza milanese non avrebbe ancora deciso come muoversi con Jefferson, né con Simone Fontecchio.

L’ala piccola italiana è una vecchia “passione” dello staff tecnico reggiano che, apprezzandola da sempre, l’aveva cercata a più riprese negli ultimi anni.

Ora, nell’EA7, Fontecchio non starebbe trovando gli spazi desiderati e avrebbe manifestato il desiderio di cambiare aria, trovando una sistemazione che gli consenta di giocare parecchi minuti. Sia Jefferson sia Fontecchio,
da quanto rimbalza, non avrebbero costi bassi, ma prima di tutto bisogna vedere cosa intende fare la dirigenza dell’Olimpia.

Lo staff reggiano farà il punto sul mercato al rientro in città e l’acquisto del nuovo lungo slitterà salvo imprevisti alla prossima settimana.

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista