Quotidiani locali

le statistiche 

Sono 3 le squadre reggiane che restano imbattute

REGGIO EMILIA. Almeno per il momento, il calcio dilettantistico reggiano può contare su tre formazioni assolutamente invincibili: si tratta di Vezzano, Barcaccia e Virtus Calerno, che a oggi...

REGGIO EMILIA. Almeno per il momento, il calcio dilettantistico reggiano può contare su tre formazioni assolutamente invincibili: si tratta di Vezzano, Barcaccia e Virtus Calerno, che a oggi risultano ancora imbattute nei rispettivi campionati.

Il Vezzano sta viaggiando a vele spiegate nel girone C di Prima Categoria: la formazione di mister Massimo Vacondio ha totalizzato 21 punti in 9 gare, e proviene da quattro successi consecutivi. «In estate, sapevamo di avere i numeri per poter recitare un ruolo di buon livello - spiega il navigato centrocampista gialloblù Simone Pè - Ad ogni modo, fino a un paio di mesi fa non immaginavamo certo di trovarci a inizio novembre con un primato in classifica così saldo. Il formidabile spirito di gruppo che ci caratterizza è una vera e propria carta vincente: inoltre, dal punto di vista tecnico, l'esperta guida di Vacondio e del suo vice Gatti sta contribuendo ad affinare ancora di più le nostre doti. Ora dobbiamo lavorare sulla fase difensiva - prosegue Pè - perché subiamo ancora troppi gol. Domenica ospiteremo la Castelnovese-Meletolese, seconda a quattro lunghezze di distanza da noi: un vero big-match».

Da una colonna del Vezzano a un ex gialloblù: si tratta del centrocampista Daniele Agnesini, che da quest'anno è in forza alla Barcaccia. I sampolesi sono al 2° posto nel gruppo E di Seconda Categoria: in 9 partite sono arrivati 17 punti, tre in meno della capolista Quattro Castella.

«La società ha la ferma intenzione di riscattarsi dall'amara retrocessione dello scorso anno - sottolinea Agnesini - Per fare questo la dirigenza ha costruito un organico ben assortito e completo in ogni reparto, con il chiaro obiettivo di risalire sùbito in Prima. Fin qui c'è addirittura una piccola punta di rammarico». Domenica la trasferta sul campo della Boiardo Maer: «Mister Marco Marchesini non potrà schierare il capitano Saracchi, che di recente si è operato al menisco e potrà tornare solo nel girone di ritorno».

Sorride pure la Virtus Calerno, che sta vivendo un'annata all'insegna della rinascita: dopo le prime 9 gare, gli azzurrogranata sono a quota 21 nel girone D di Seconda. Ora la squadra allenata da Luisito Reggiani è in zona medaglia d'argento: in vetta c'è il Team Traversetolo, che dista soltanto un punto. "Abbiamo cercato di positivizzare la retrocessione della scorsa primavera - argomenta il presidente calernese Roberto Mazzali - Buona parte del nucleo storico è rimasta in squadra, ma sono anche arrivati parecchi volti nuovi scelti con notevole cura dal diesse Barbacini. Adesso, l'obiettivo primario che ci poniamo è quello di fare bella figura: se ciò vorrà dire tornare immediatamente in Prima, tanto meglio. Intanto, possiamo davvero contare su tutto quel che serve per
pensare in grande: abbiamo un ottimo impianto, e il pubblico di Calerno continua a seguirci con grandissima attenzione». Domenica la sfida casalinga con il Progetto Intesa: «Avremo due assenze in difesa - spiega il presidente - mancheranno gli infortunati Vilardi e Campani». (n.r.)

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista