Quotidiani locali

Playoff Promozione è una lotta a sette

È il numero delle squadre reggiane in lizza nel girone B In classifica sono tutte nello spazio di appena tre punti

REGGIO EMILIA. È sicuramente uno dei gironi più avvincenti del calcio dilettantistico. Quest’anno il girone B del campionato di promozione, da sempre il più “affollato” dalle formazioni di casa nostra è particolarmente interessante. In primo luogo per quella che, almeno alla vigilia non era data nella ristretta cerchia delle favorite e invece adesso è lì, in testa, regina incontrastata del girone.

La capolista. Stiamo parlando del Campagnola di mister Rossi che comanda il girone in forza di numeri di assoluto prestigio: 25 punti in undici partite, partite in cui i rosanero hanno fatto registrare otto vittorie , un pareggio e due sconfitte. Secondo miglior attacco del girone (21 gol all’attivo, meglio dei reggiani ha fatto solo La Pieve Nonantola, con 24 reti) e miglior difesa con soltanto 7 gol subiti.

Le altre. Alle spalle del Campagnola la squadra modenese del Cittadella Vis San Paolo, ultima vittima di Avanzini e C., a quota 23 a pari merito con un’altra modenese, La Pieve Nonantolana. Più dietro, a quota 19 c’è il Formigine. L’ultimo posto per i playoff è attualmente occupato dalla Scandianese, la capocordata delle formazioni reggiane di questo girone.

Tutte - ad eccezione della FalkGalileo, ancora “convalescente” dopo un inizio di campionato da incubo - potenzialmente in lotta per un posto nei playoff. Se infatti la Scandianese (oggi a quota 17) sarebbe in questo momento ai playoff, alle sue ci sono altre sei formazioni reggiane nello spazio di appena tre punti.

Il Luzzara, ad esempio a pari punti con i rossoblù di Ghizzoni così come il Fabbrico. Un terzetto, quello che mette insieme la squadra di Vullo, l’undici boiardesco e la squadra di mister Iotti, caratterizzato da un grandissimo equilibrio. Tutte e tre le formazioni hanno collezionato 5 vittorie, 2 pareggi e 4 sconfitte.

Rispetto alle due antagoniste a pari punti, la Scandianese ha una differenza reti migliore (+4). Alle spalle del terzetto, a quota 16, c’è la Riese che domenica ha perso in casa lo scontro diretto con il Luzzara da tempo in rampa di lancio. A quota 15 la coppia formata da Atletico Montagna e Castellarano. La formazione di mister Pivetti è reduce dalla sconfitta di Fabbrico, ma non ha mai smesso di segnare anche nelle partite finite male come quella di domenica: suo è il terzo miglior attacco del campionato (media 1,8 gol a partita), mentre l’Atletico Montagna è reduce da un sofferto successo contgro il Maranello. Soltanto un gradino sotto, a quota 14, l’Arcetana di mister Lauro Bonini.

Gli scontri diretti. E domenica prossima la gerarchia potrebbe cambiare ancora in ragione degli scontri diretti tra Scandianese e Fabbrico,
Luzzara e La Pieve. Da tenere sott’occhio anche il match tra la capolista Campagnola e la Falk Galileo, l’unica reggiana oggi fuori dai giochi playoff ma comunque in graduale uscita dalla crisi. Chissà che anche l’undici di Vinceti non si unisca prima o poi alla corsa ai playoff.

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista