Quotidiani locali

La Grissin Bon tocca il fondo

Brescia stoppa i biancorossi, soli all’ultimo posto: per risalire ingaggiato il play Chris Wright

REGGIO EMILIA. Niente da fare, la Grissin Bon non esce dal tunnel. Nell’anticipo della sesta giornata di andata, giocata in casa della capolista Brescia, la squadra di Menetti subisce la sesta sconfitta in altrettante gare di campionato, rimanendo solo in fondo alla classifica dopo il successo all’overtime di Brindisi su Avellino.

La Grissin Bon non esce quindi dal tunnel sempre più nero e profondo.

Troppo peso sulle spalle, in attacco, su Della Valle. Che sì, può contare su un talento smisurato, ma al contempo non può e non deve gestire ogni possesso offensivo. Al contempo, sia Candi sia Mussini hanno faticato enormemente a impostare il ritmo nella metà campo offensiva. E se il primo ha commesso ingenuità imperdonabili, il secondo ha particolarmente sofferto l’atletismo e la freschezza di Moore, che quando isolato contro di lui, è sempre riuscito a trovare un canestro o un fallo.

Se la sfida di mezzogiorno, per quanto riguarda il reparto esterni (eccezion fatta per Markoishvili, che ha però di fatto trovato praticamente tutti i suoi punti a partita chiusa, e Della Valle), è stata letteralmente da dimenticare, lo stesso non si può dire per quanto accaduto sotto canestro.

L’assenza di Cervi pesa nelle rotazioni di coach Menetti, ma sia Reynolds sia Wright hanno fatto bene. Il primo ha sprecato pochi palloni, mettendo in difficoltà dal post il centrone della Germani Hunt. Ma, soprattutto, ha chiuso il match conquistando ben 16 rimbalzi, di gran lunga il migliore dei suoi. Il secondo, invece, è stato in assoluto il migliore per quanto riguarda la valutazione e i punti segnati (21).

Non bene, invece, Sané dalla panchina, spesso e volentieri in ritardo negli aiuti e battuto sul primo passo dagli avversari.

La Grissin Bon si trovava comunque di fronte la capolista della serie A che viaggia a punteggio pieno in testa alla classifica.

La formazione di coach Diana ha giocato una pallacanestro di altissimo livello, potendo contare su un sistema offensivo e difensivo costruito in più di un anno di lavoro (dalla scorsa stagione, la Germani ha confermato ben 6 giocatori). Quel che ha messo in difficoltà in particolar modo la GrissiBon è stata la difesa a zona schierata da coach Diana. Oltre agli isolamenti dal post basso, ma anche i tagli senza palla. Tante, troppe cose. Che non hanno fatto altro che evidenziare una cosa: Reggio non è ancora una squadra nel vero senso del termine e ha ancora bisogno di diverso tempo. Anche se, a dire il vero, non ce n’è. Perché la settimana prossima, al pala Bigi, arriva Pistoia. In un match dal peso specifico incalcolabile.

Se Reggio voleva avere qualche chances di espugnare il pala George, doveva tenere i ritmi bassi e controllati sin dal primo possesso, sin dal primo minuto.

Così non è stato e nel primo quarto, nell’arco di poco, la Germani si è portata sul +8 sulle ali dell’entusiasmo, trascinata anche dalle alte percentuali da tre punti. Il vantaggio dei padroni di casa va in doppia cifra (27-15) e anche nel secondo quarto poco cambia, nonostante la Grissin Bon riesca, con un colpo di reni, a riportarsi sotto (43-34) a pochi secondi dalla pausa lunga. Ma è solo un fuoco di paglia, perché una Germani padrona del campo controlla il tentativo di rimonta degli ospiti, che quando tornano in singola cifra di svantaggio vengono immediatamente ricacciati indietro.

Il terzo periodo si chiude sul 58-49, negli ultimi 10’ Brescia arriva addirittura a +19 e la Grissin Bon rende meno pesante il passivo solamente grazie alla caparbietà di Julian Wright, che lotta fino alla fine ma non toglie comunque il pesante 0-6 in classifica della formazione reggiana.

Arriverà il play Chris Wright in settimana per dare la tanto attesa scossa. Nel frattempo, mercoledì sera, i biancorossi ancora con l’organico
ridotto ai minimi termini dovranno giocare in casa del Bayern Monaco, schiacciassassi del gruppo B d’Eurocup e sabato saranno attesi all’esame al pala Bigi nella sfida contro Pistoia che, a questo punto, è vitale riuscire a vincere.(f.c.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA.

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista