Quotidiani locali

la delusione di Vacondio 

«Non abbiamo giocato da squadra importante»

BAGNOLO IN PIANO. Il tecnico della Folgore Rubiera Ivano Vacondio, tra gli ex di turno, si concede ai taccuini in accappatoio e subito dopo una doccia: «Sono arrabbiato, verrebbe voglia di smettere....

BAGNOLO IN PIANO. Il tecnico della Folgore Rubiera Ivano Vacondio, tra gli ex di turno, si concede ai taccuini in accappatoio e subito dopo una doccia: «Sono arrabbiato, verrebbe voglia di smettere. Accusiamo un pesante passo indietro rispetto alle altre tre partite di campionato. Non abbiamo giocato da squadra importante, quindi non all’altezza delle nostre importanti aspettative. Sotto porta abbiamo spesso sbagliato l’ultimo passaggio, mentre dietro c’era troppa ansia. Complimenti alla Bagnolese, che ha corso più di noi. In certi momenti ci hanno messo in difficoltà, l’occasione più importante è capitata a loro. Non mi attacco ad assenze e infortuni, è però un dato di fatto che abbiamo finito con cinque giovani in campo. Ma i baby sono stati i meno peggio, compreso l’arbitraggio che finalmente è stato “normale”. Sappiamo e dobbiamo fare di meglio, per la prima volta in stagione non ci siamo espressi come avremmo voluto».

È invece un buon punto per il vice allenatore biancorosso Simone Siligardi, che trovava la Bagnolese da ex per la prima volta in carriera: «L’unico aspetto penalizzante è il risultato finale, per il resto i ragazzi hanno dato il massimo. Spirito e gioco sono stati di alto livello, i ragazzi meritano di trovare in fretta la via della vittoria. Continuando così, sono convinto che non tarderà ad arrivare. Abbiamo affrontato una buonissima Bagnolese, che poteva contare su un entusiasmo a mille. Non abbiamo mai impegnato il loro portiere, quando siamo andati al tiro lo abbiamo sempre fatto in maniera un po’ sporca. Come mi sono sentito? Emozionato e strano. Ma per me non è un vero ritorno, qua mi sento a casa mia. Voglio bene a tutti e tifo Bagnolese, anche se ora sono completamente immerso nella mia esperienza a Rubiera».

Uno dei i migliori in campo tra i biancorossi ospiti, è stato Judmir Hoxha. Specie nel primo tempo, l’attaccante con origini albanesi si è reso spesso pericoloso: «Per vincere ci è mancata un po’ di lucidità in fase offensiva, dovevamo essere più cattivi davanti alla porta.
Brava comunque la Bagnolese, la gara è stata combattuta. Buon pareggio su un campo difficile e contro un avversario in forma, anche se nel finale siamo usciti e potevamo piazzare il colpaccio. Abbiamo giocato per vincere, ma alla fine il pareggio è il risultato più giusto». (l.c.)

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista