Quotidiani locali

Il campo della Bagnolese? Alla piccola Virtus Bagnolo

La gestione del “Campari” quartier generale della squadra di eccellenza sarebbe stata assegnata alla società che milita in Terza categoria 

BAGNOLO. Al momento nulla di ufficiale, ma tra gli addetti ai lavori circola una voce che sarebbe destinata a scatenare un autentico tsunami calcistico in quel di Bagnolo in Piano. La Virtus Bagnolo si sarebbe aggiudicata il bando del Fratelli Campari, per gestire l'impianto nelle prossime quattro stagioni sportive a partire già da quella da poco in corso. Per la società “minore” del paese, che si appoggia al Soave, sarebbe un bel balzo migliorativo, in termini sia di qualità che di prestigio.

La Virtus Bagnolo giocherebbe la Terza Categoria in una struttura utilizzata in passato anche per la Serie D, oltre a tutta la sua attività giovanile. In tal caso doccia gelata per la Bagnolese, che del Fratelli Campari ha orgogliosamente fatto la sua casa, il suo tempio ed il suo quartier generale. Resterebbero da capire gli accorgimenti rossoblù per fare fronte a questa nuova e possibile situazione, che comunque colpirebbe al cuore i dirigenti ed i volontari di una società con oltre cento anni di storia. Ci sarebbe da riorganizzare in particolare l'attività settimanale (altrove?), oltre a rappresentare una beffa per quanto la Bagnolese ha fatto e dato per l'impianto del paese. Le figure che gravitano attorno ai rossoblù si sono sempre occupate di cura e manutenzione dell'impianto, trattando e mantenendo il Fratelli Campari allo stato di un gioiellino (anche con investimenti sostenuti con le casse della Bagnolese stessa). Lo stadio è diventato punto di riferimento anche per società professionistiche, oltre ad importanti altri eventi e tornei giovanili. La notizia serpeggia da qualche giorno, allargandosi a macchia d'olio anche su diversi campi dilettantistici.

E ironia del caso, proprio nel fine settimana la Bagnolese è stata impegnata nella tradizionale mostra internazionale canina che si svolge al Fratelli Campari.

I termini per partecipare al bando scadevano agli inizi di Luglio, nel mese di Settembre la commissione giudicante dovrebbe comunicare l'esito. Queste le indiscrezioni, con Bagnolese e Virtus Bagnolo che presentarono richiesta d'assegnazione. Per dichiarazioni ufficiali, si attendono dati certi. Comprese le motivazioni che hanno portato all'assegnazione del bando, per il quale si dovevano presentare vari incartamenti (compresi progetti futuri da organizzare ed offerta economica). La Bagnolese ha priorità di categoria, quindi dovrebbe continuare a giocare le partite interne ufficiali al Fratelli Campari. Va sottolineato, che la Virtus Bagnolo è realtà dinamica, emergente e “rampante”, con un più che discreto numero di dirigenti che hanno saputo coinvolgere i giovani del paese e risvegliarne un po' il tessuto sociale. Se di campanile si può parlare, è stato un “duello” con tradizione da una parte ed innovazione dall'altra. Nel mirino della Virtus Bagnolo infatti, ci sarebbe anche di arrivare alla gestione della Ctl.

Dagli sviluppi futuri non potrà esimersi un coinvolgimento dell'amministrazione comunale, che dovrà per forza di cose non disperdere il valore ed il patrimonio della Bagnolese (il cui vessillo ha girato mezza Italia). C'è chi auspica anche che possa
aprirsi un dialogo tra le due realtà sportive del paese, pur se abbastanza diverse tra loro. Resta un dato di fatto, forse più unico che raro: a Bagnolo in Piano ci sono due impianti sportivi (Fratelli Campari e Soave) e nel giro di poco saranno gestiti entrambi dalla stessa società.

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista