Quotidiani locali

Vai alla pagina su Reggiana calcio
Alicia si scaglia contro Compagni

Reggiana

Alicia si scaglia contro Compagni

Su instagram la first lady accusa il vice presidente di un pasticcio finanziario 

REGGIO EMILIA. Alla vigilia del raduno, proprio quando le acque sembravano essersi calmate, è esplosa la bomba in via Mogadiscio. Anzi, sarebbe più corretto non usare l’indirizzo della sede della Reggiana, considerato che l’ordigno mediatico è stato fatto brillare sul web, sul profilo Instagram di Alicia Piazza che oltre a brava progettista della rinnovata ed accogliente sede ama indossare i panni dell’artificiere. Bombe difficili da ignorare anche per i cuori granata più irriducibili.
 
Il precedente. Ricordiamo in tal senso, pochi giorni prima della semifinale playoff con l’Alessandria e durante la settimana che aveva portato alla prima “epurazione” societaria, l’immagine di quattro galline, postata proprio su Instagram con una didascalia a dir poco eloquente «Stiamo ripulendo la casa dai ladri di polli!! #daicandom #forzareggiana», prima che il post venisse eliminato dalla stessa lady Piazza. Allora si dibattè su un fraintendimento di lingua, per il quale “ladro di galline” in America significa, sostanzialmente, un poco di buono, mentre in Italia con quell’espressione si intende un ladro tout court. 
 
Il fatto. È di ieri l’ennesima sparata ad alzo zero di Alicia sul famoso social network delle fotografie e stavolta non ci sono fraintendimenti che tengano. La signora Rickter posta la foto dell’articolo della Gazzetta sulla riorganizzazione del club, commentando «Mikie P. Reorganizing the new season. #grandemike #forzareggiana».
Un tifoso fa notare l’assenza dall’organigramma del vicepresidente Stefano Compagni e chiede spiegazioni proprio alla First Lady, che non si fa sfuggire l’occasione per chiarire a suo modo la questione: “As soon as he writes a check for the enormous financial mess he created…”approved”…he can be on the chart! #daicandom», che letteralmente significa «Non appena firmerà un assegno per l’enorme pasticcio finanziario che ha creato…”approvato”…potrà stare nel grafico».
 
Come già scritto, non c’è molto da stupirsi. Quantomeno sullo stile, a cominciare dai licenziamenti in tronco della quasi totalità dei dipendenti e dalle sparate di Alicia sui social network. Funziona così, all’americana. Zero filtri e poco interesse a rendere conto di quanto si scrive sul web. Vedasi la campagna elettorale di Donald Trump, fatta di messaggi e tweet polemici, dove il tycoon non perdeva occasione per bombardare i suoi avversari.
 
I dubbi. Ecco, gli avversari. Se non ci dobbiamo più stupire dei modi e dello stile, qualche dubbio sui contenuti rimane. Stefano Compagni è diventato un nemico? È davvero lui l’artefice del “pasticcio finanziario” di cui parla Alicia Piazza? In assenza del presidente, in società c’erano due amministratori delegati, ormai depennati. Stefano Compagni, (ex?) vicepresidente del club chiamato in causa non rilascia dichiarazioni. Comprensibile l’imbarazzo. 
 
La memoria torna a quella smentita in diretta tv, ad Appuntamento Sport, nella quale Compagni negava qualsiasi frizione tra lui e Piazza.
 
E allora altre domande sorgono spontanee: considerato che non esistono società senza problemi interni, era proprio necessario, a pochi giorni dal lancio della campagna abbonamenti e a 24 ore dal raduno esporsi pubblicamente
in questo modo? Per poi fare finta che vada tutto bene? È solo ingenuità o c’è altro?
Il tifoso granata è ormai abituato a tutto, lo sappiamo. E certamente ingoierà anche questo rospo. «La serie B prima di tutto!». Ma anche a tutto c’è un limite, prima o poi. Per for

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista