Quotidiani locali

La Scandianese arranca Tognoli striglia la squadra 

Calcio Promozione, l’undici di Iemmi ha raccolto solo un punto in sei partite Il presidente: «Le ultime due sconfitte gridano vendetta, serve uno scatto»

SCANDIANO. Cosa sta succedendo alla Scandianese? Domanda più che legittima, alla luce del netto calo di rendimento che i rossoblù stanno conoscendo da un mese e mezzo a questa parte: nelle ultime sei partite, la formazione di Iemmi ha raccolto soltanto un punto.
A fine febbraio la squadra era prima nel girone B di Promozione, e poteva addirittura sognare la promozione diretta: ora invece Carobbi e soci stazionano al terzo posto, e rischiano di dover passare per una semifinale play off che sembrava ormai evitata.
Il presidente Giovanni Tognoli sgombra sùbito il campo da ogni possibile sulla tranquillità dell'ambiente: «I rapporti tra dirigenza e squadra restano ottimi - spiega il massimo dirigente rossoblù - Del resto, non va dimenticato che stiamo comunque vivendo un annata straordinaria».
E allora, Tognoli, da dove nasce questa brusca battuta d'arresto?
«Innanzitutto, la stanchezza inizia a farsi sentire anche e soprattutto sul piano fisico. Poi, ritengo che lo spartiacque dell'annata sia la vittoria del 19 febbraio scorso, quando ci siamo imposti 1-7 sul campo della Pieve Nonantola: fino ad allora avevamo avuto pochissimi problemi legati alle assenze, ma in seguito infortuni e squalifiche ci hanno intralciati a più riprese. Comunque sia, le sconfitte che gridano davvero vendetta sono le ultime due: con Vignolese e Viadana siamo stati decisamente deludenti, in primo luogo dal punto di vista dell'atteggiamento».
Voi avete iniziato a perdere colpi da quando manca bomber Rizzuto: è solo una coincidenza?
«Rizzuto è un giocatore basilare, e lo sarebbe per qualsiasi altra squadra: speriamo di poterlo ritrovare in campo per i play off, anche se molto dipenderà dalla lastra al piede che lui effettuerà questa settimana. Ad ogni modo, la sua assenza non può bastare per giustificare i due kappaò più recenti. Ieri sera noi dirigenti abbiamo avuto un momento di confronto con la squadra: un dialogo franco e senza cattiveria, diciamo una sana strigliata in vista del rush finale».
Al termine della stagione regolare mancano ancora il derby casalingo con l'Arcetana e la trasferta di Camposanto...
« Se arrivassero ulteriori delusioni, tutto ciò che di buono è stato fatto nei mesi scorsi rischierebbe di finire ingiustamente in ombra. Alla fine il bilancio sarà comunque positivo, ma ora ci serve uno scatto di rinascita: lo dobbiamo a noi stessi, al pubblico e ai nostri affezionati sponsor che non finiremo mai di ringraziare».
Sareste pronti per affrontare per l'Eccellenza?
«
Sì, ma senza fare il passo più lungo della gamba. Intanto, di sicuro nel nostro futuro ci sono ulteriori investimenti legati all'impiantistica: la prossima tappa sarà quella di completare gli spogliatoi del campo in sintetico di Chiozza, e i lavori inizieranno entro l'estate».

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista