Quotidiani locali

La Conad si arrende al quarto set contro la Castellana

Occasione persa per i giallorossi del tecnico Pupo Dall’Olio sconfitti nella prima gara interna della Poule Promozione

REGGIO EMILIA. Occasione persa per la Conad che al quarto set alza bandiera bianca contro la Bcc Castellana Grotte rimanendo ferma a 10 punti in classifica. Nel mercoledì sera del Bigi l’occasione di muovere la classifica sfuma ai vantaggi del terzo combattuto set lasciando l'amaro in bocca. La formazione rimaneggiata proposta da Dall'Olio ha visto Beccaro al palleggio, Kody opposto, Dolfo recuperato per l'occasione e schierato in banda con Rossatti poi sostituito da Silva, Luka e Norbedo al centro, Morgese libero e Scaltriti in seconda linea per Rossatti. Discutibile l'arbitraggio smentito più volte dal video-check e latitante su alcuni doppi, attento invece il pubblico presente decisivo nell'incitare la squadra.

Il primo set è un inseguimento senza pretese, con il primo tempo speso dal coach Dall'Olio sul 4-11. Il pubblico si scalda con il bel recupero di Kody del 5-12 vanificato però al successivo attacco punto avversario. Qualche intuizione sembra preoccupare Castellana che chiama tempo dopo il bel recupero del 13-18 nuovamente salutato dall'applauso del pubblico. Tornati in campo, Moreira in parallela rilancia subito i suoi: il muro sulla timida palletta di Rossatti chiude il set.

Il secondo parziale è da cardiopalma. Si apre con il muro di Rossatti, la diagonale stretta di Dolfo, la veloce di Luka e l'ace di Kody che costringe Lorizio a chiamare tempo mentre la Conad che vola in vantaggio. Al centro c’è Cargioli per Norbedo che mura il 12-6 spegnendo le proteste avversarie per il check non concesso sulla palla precedente. La paura di vincere gioca brutti scherzi e Dall'Olio che lo sa chiama tempo sul 17-12 ripetendolo dopo l'ace del 19-16 di Moreira poi murato da Cargioli sul 21-16. La fiera degli errori porta il set ai vantaggi dove una battuta a rete e un invasione condannano Castellana al 27-25.

Nel terzo il coraggio di Scaltriti lo fa attaccare da seconda line il 2-3 mentre il muro di Rossatti sigla l'8-7. Da lì si fa e si disfa, con il check ben speso sul 13-14 seguito dalla battuta out di Kody e dal tempo giallorosso del 13-16. Sul 14-18 entra capitan Silva per Rossatti appena murato e inizia una serie di recuperi volanti che danno punti e morale arrivando al 22-22 di Kody in parallela. I vantaggi sono come sempre una roulette dove le indecisioni

arbitrarie pesano tanto da far rifare il 26-26. Nel quarto set entrano Soli per Beccaro, Bevilacqua per Dolfo con il secondo time-out speso sul 3-12. Non c'è storia. Si torna in campo domenica in casa del Tuscania per poi ripresentarsi al Bigi tra una settimana esatta, giovedì 23 alle 20.30.

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NUOVE OPPORTUNITA' PER CHI AMA SCRIVERE

Servizi, una redazione a disposizione dell'autore