Quotidiani locali

«Cambiare modulo è stata la mossa vincente»

Eccellenza: Roberto Bonacini, capitano della Bagnolese a segno nello scontro salvezza con il Gotico

BAGNOLO. Roberto Bonacini si è confermato jolly per la Bagnolese. Il capitano rossoblù, nello scontro salvezza contro il Gotico Garibaldina, si è infatti alternato in due ruoli.

Inizialmente negli abituali panni di centrale difensivo, ma dopo lo svantaggio mister Siligardi lo ha spedito a fare il centravanti.

Su un campo ai limiti della praticabilità, l'idea del tecnico della Bagnolese era giusta e chiara.

Cercare di sfruttare il gioco aereo di Bonacini in attacco, e così è stato, per poi riportarlo in difesa dopo aver ribaltato il punteggio.

E con gol decisivo proprio del capitano, che nell'area piccola ha corretto in porta un cross di Zampino.

«Nel primo tempo abbiamo subito un gol stupido - ammette lo stesso Bonacini - in quell'azione abbiamo commesso troppi errori e siamo stati giustamente puniti. Siamo decisamente andati meglio nella ripresa, con più cattiveria. Abbiamo creato più occasioni, diverse delle quali non sfruttate».

La svolta sono stati gli accorgimenti tattici di mister Siligardi?

«Abbiamo cambiato modulo, mentre io sono stato spostato in attacco. Giocare a calcio era impossibile, bisognava cercare presupposti diversi per poter essere pericolosi. Gli aggiustamenti in corso hanno dato i frutti sperati, nella ripresa abbiamo piazzato un uno-due decisivo».

Quanto pesa in chiave salvezza il vostro successo?

«Non importava tanto il come, ma contro il Gotico Garibaldina contava riuscire a vincere. Era uno scontro diretto, i tre punti hanno un doppio valore. Abbiamo superato una squadra tosta, ma soprattutto una diretta concorrente. Ci allontaniamo ulteriormente dalla zona più rischiosa, e allunghiamo anche su di loro».

Prima vittoria del nuovo anno...

«Non stavamo facendo particolarmente bene, sia a livello di prestazioni che di risultati. A Modena contro la Cittadella Vis S. Paolo avremmo meritato qualcosa in più, bene aver vinto domenica. E poi in casa eravamo reduci da due sconfitte di fila, quindi volevamo tornare alla vittoria per conquistare i tre punti ma soprattutto volevamo tornare a fare bene come prima».

Domenica impegno esterno contro il Carpineti. Che derby sarà?

«Quella di domenica prossima contro il Carpineti sarà un'altra partita da non sbagliare, importante per

la classifica. Fondamentale sarà almeno non perdere, ovvio che una vittoria rappresenterebbe per noi una sorta di svolta stagionale. È uno scontro diretto e noi sappiamo benissimo che per raggiungere la salvezza bisogna fare punti contro le dirette concorrenti».

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista