Quotidiani locali

La vita da campione di Giuliano Razzoli in un libro-intervista

Sci, la presentazione ufficiale domenica 30 a SkiPass Il 13 novembre il “Razzo” in pista dopo l’infortunio

REGGIO EMILIA. Non c’è ancora la neve ma Giuliano Razzoli, l’olimpionico di Vancouver, sta lavorando sodo in vista della Coppa del Mondo di slalom.

Dopo essere stato il terzo italiano di sempre, prima di lui solo Piero Gros e Alberto Tomba, a mettersi al collo la medaglia d’oro olimpica nello slalom speciale conquistata a Vancouver, Giuliano Razzoli vuole tornare ad essere protagonista sulla neve.

Per lui l’inizio del 2016 è stato molto travagliato, specie dopo l’incidente in cui è incorso il 24 gennaio che gli ha procurato la rottura del crociato del ginocchio sinistro e lo ha costretto a subire un intervento chirurgico e quindi a rispettare un lungo periodo di inattività.

Un intervallo agonistico che ha messo a frutto in maniera diversa: ha scritto un libro.

Si tratta di una intervista biografica nella quale racconta un po’ tutta la sua vita di atleta-sciatore e contiene, oltre ad una prefazione di Alberto Tomba, i contributi di Davide Labate e Marcello Marchi, suo storico preparatore.

Lo ha dato alle stampe con Infinito Edizioni ed ora è arrivato il momento della presentazione. L’occasione è offerta dall’appuntamento di Ski Pass, la fiera per l’inverno in calendario a Modena da sabato 29 ottobre al primo novembre.

Domenica 30 alle 14 il libro, che ha per titolo “Vai Razzo veloce e feroce”, sarà illustrato al pubblico.

Nel frattempo il nostro slalomista sta sciando sulle piste di Val Senales dove vuole collaudare il proprio stato di salute ed affinare la preparazione in previsione del 13 novembre quando dovrà misurarsi per la prima volta nella stagione 2016-2017 con gli avversari che incontrerà nella corsa iridata.

La data d’inizio della sfida nella nuovissima stagione è fissato, nel frattempo serve ritrovare fiducia e potenza per tornare a misurarsi nel

modo migliore con gli avversari a Levi dopo 6 mesi di stop forzato.

A prima vista sembra essere in piena salute ma la conferma è attesa sulle piste finlandesi. Nel frattempo non resta che scoprire quali sono i più importanti ricordi di questi suoi primi trent’anni da campione della neve.

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

SPEDIZIONI FREE

Stampare un libro, ecco come risparmiare