Quotidiani locali

serie d

Margini (Sampolese): «Grazie al ripescaggio, continuiamo il nostro progetto»

REGGIO EMILIA. La serie D aggiunge una reggiana ai nastri di partenza della prossima stagione. Dopo Torre e Luzzara, si aggiunge la Sampolese che è stata ripescata dopo una stagione decisamente...

REGGIO EMILIA. La serie D aggiunge una reggiana ai nastri di partenza della prossima stagione.

Dopo Torre e Luzzara, si aggiunge la Sampolese che è stata ripescata dopo una stagione decisamente deludente, finita con retrocessione e sole 4 vittorie.

In società c’è soddisfazione ma anche la consapevolezza che ora inizia la parte più difficile, allestire la squadra quando le avversarie hanno già sistemato i roster e si sono accaparrate i pezzi pregiati disponibili sul mercato.

Il presidente del club sampolese Vittorio Margini è comunque fiducioso e punta a proseguire il sentiero tracciato dal club.

«Due anni fa abbiamo deciso di puntare sui nostri giovani, di farli maturare giocando un campionato competitivo come la serie D. Sapevamo che questo avrebbe comportato dei rischi, anche la retrocessione, ma grazie a questo ripescaggio potremo proseguire col nostro progetto» spiega Margini.

Le ultime sono state stagioni di sofferenza per la società.

«Purtroppo il calo degli sponsor ci ha messo in difficoltà, ma avevamo due obiettivi: il primo sopravvivere, il secondo valorizzare il settore giovanile» tiene a sottolineare il presidente,

Il campionato di Promozione avrebbe permesso di costruire per tempo la squadra e risparmiare qualche risorsa ma la società voleva la D e ha accettato i disagi derivanti dall’attendere il ripescaggio fino a fine luglio.

«Giocare la Promozione era una opzione, ma abbiamo visto quanto sia difficile risalire in D. Lo scorso anno squadre attrezzate come Bibbiano e Scandiano non sono nemmeno arrivate in finale. Sarebbe stato un rischio. La serie D dà più visibilità ed è più formativa per i ragazzi».

Persi Minardi e Magliani (trasferitisi nel corso dell’estate alla Rebasket), ora bisogna tuffarsi sul mercato.

«Speriamo di tenere gli altri che erano nel roster della scorsa stagione, avevamo ragazzi di 17-18 anni che ora avranno un anno di esperienza

in più e contiamo di inserire qualche rinforzo per puntellare la squadra e poterci salvare. Certo adesso dobbiamo fare in fretta».

In linea con il piano di sviluppo del settore giovanile, quest’anno la società sampolese giocherà anche il campionato Under 20.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro