Quotidiani locali

il casale VINCE A SORPRESA

Segna sempre lui: De Giuseppe complica la vita al Villa Minozzo

CASTELNOVO NE' MONTI. Il Villa, grazie alla Combriccola, la combina davvero grossa. Bastava un pari alla capolista, contro il già eliminato Casale, per chiudere il discorso qualificazione; e invece...

CASTELNOVO NE' MONTI. Il Villa, grazie alla Combriccola, la combina davvero grossa. Bastava un pari alla capolista, contro il già eliminato Casale, per chiudere il discorso qualificazione; e invece gli uomini di Rossi dovranno andarsi a giocare il passaggio del turno - nell'ultima giornata – sul temibile campo del Cavola.

Tanto di cappello al Casale, che l'unica cosa che ruba è la scena. E che la spunta grazi ai suoi preziosissimi vecchi, di fatto e di nome. E' proprio lui, il navigato eroe di mille battaglie alias Ferdinando De Giuseppe, che a inizio ripresa spacca la partita spedendo a cuccia quello che fino a quel momento si presentava come il gigante Villaminozzo. Perso un po' di pelo, ma non il vizio, il vecchio lupo d'area disputa una ripresa da grande protagonista risultando il migliore.

Il tema del match è dei più limpidi: la cenerentola Combriccola, già uscita di scena, cerca di recitare al meglio la parte. Il Villa chiede il timbro qualificazione con 90' di anticipo sull'orario. E sono gli ospiti, come da copione, a partire decisi, avvicinandosi al gol – tra il 7' e il 16' - in cinque occasioni. Una supremazia intervallata da un buon sinistro di Serra al 10' e controbilanciata dall'episodio che cade al 24'; e non cade solo l'episodio: De Giuseppe si invola verso la porta e a due passi dal portiere avviene il contatto con Filippo Silvestri che secondo l'attaccante – ma non secondo l'arbitro - è fallo da rigore e da ultimo uomo. Ripresa. Al 4' De Giuseppe ha una prima palla buona, sciupata con un pallonetto impreciso. Villa perdonato, ma solo stavolta. E' l'8': il lupo d'area mette la zampata mancina su ottimo lancio dalla destra: collo diagonale perfetto e palla nel sacco. Il Villa accarezza

il pari con un diagonale di Prandelli, al 14', e dopo aver rischiato il secondo gol al 31', subisce un minuto dopo un rigore inesistente (Filippo Silvestri interviene su Lasagni toccando solo palla) che Vecchi trasforma. Inutile il gol di testa dello stesso Silvestri (41') su palla d'angolo.

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista