Castellarano e Real, ora è tutta salita

Dilettanti: la fusione tra i due club si è arenata, incertezza su ambedue i fronti

    REGGIO. Pare sempre più difficile, la fusione fra Castellarano e Real Castellarano. Principalmente perché i tempi tecnici per chiuderla non ci sono più: se si volessero unire le forze, la possibilità a questo punto è che la Polisportiva Castellarano rinunci al titolo e si faccia assorbire dal Real. O viceversa.

    Entrambe le strade sembrano difficilmente percorribili: il Real non vedrebbe di buon occhio l'idea di disputare l’Eccellenza; il Castellarano sembra restio a rinunciare alla propria matricola ed alla propria storia. Di sicuro entrambe le società sono ferme sul mercato: Fontana, tecnico del Real, si è già accasato al Colombaro; il Castellarano sta perdendo tutti i pezzi migliori ed in caso di Eccellenza dovrà affidarsi ai giovani.

    Scambio di difensori fra Rolo e Correggese? La formazione allenata daSalmi si è aggiudicata le prestazioni di Francesco Caiti, centrale in questa stagione agli ordini di Battilani; c'è poi la possibilità che Denis Negri, impossibilitato a restare a Correggio per motivi di lavoro, si accasi a Rolo – dove gli orari di allenamento sono compatibili con le esigenze del difensore – a meno che arrivino proposte dalla serie D.

    Il Fabbrico avrà ancora Vioni come direttore sportivo e Golinelli nel doppio ruolo di allenatore-giocatore: oltre a Bonissone non è stato confermato Mazzetto, mentre Bacchioni e Messori smettono di giocare per motivi di lavoro. Il Reggiolo ha riportato a casa Gennaro Muoio, protagonista della promozione di due anni fa: la speranza dei biancorossi è di essere ripescati in Promozione, in ogni caso i movimenti di mercato saranno limitati.

    La Riese, dopo Bonissone, Reami e Biondi, ha chiuso anche con il centrocampista Mazza del Gattatico: la neopromossa sembra approcciarsi al campionato di Prima con grandi ambizioni.

    La Campeginese ha già chiuso con Ribaudo (Rocca 68) e Zambelli (Sant'Ilario che andrà a far coppia con Facchini. Servono due centrocampisti centrali che dovrebbero arrivare a breve. Il Boretto si è rinforzato in difesa con Boccazzi (Campeginese) e l'esperto Zanella (Dosolo), a centrocampo ha inserito Canepari (Saturno) ed in attacco Daolio (Dosolo. A Guastalla si proverà a un’annata di vertice: in entrata sono già sicuri il difensore Gandolfi (Luzzara) ed i centrocampisti Bigi (Cavriago) e Lasagni (Campeginese). (f.v.)

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    27 giugno 2012

    Altri contenuti di Sport

    Annunci

    • Vendita
    • Affitto
    • Casa Vacanza
    • Regione
    • Provincia
    • Auto
    • Moto
    • Modello
    • Regione
    • Regione
    • Area funzionale
    • Scegli una regione