Tags: omicidi

Campanile, riaperta l’inchiesta sul delitto

Campanile, riaperta l’inchiesta sul delitto

di Tiziano Soresina

Lo zio di Alceste ha fornito nuove indicazioni sull’assassinio del 1975 Torna la pista dell’estrema sinistra. Gli amici si ritrovano in cimitero

Acquisite tre agende del parroco di Montericco

Acquisite tre agende del parroco di Montericco

di Andrea Mastrangelo

Le indagini sull’omicidio di don Barigazzi, la procura adesso dispone degli appunti scritti dal prete anche a partire dal 1987, quando arrivò in paese

«Atti orribili, ma non odio Duò»

«Atti orribili, ma non odio Duò»

di Tiziano Soresina

Parla l’unica sopravvissita alla strage di Sabbione. Sta meglio l'80enne «Adriana» scampata un anno fa alla mattanza. Piange ricordando i «suoi bimbi» Thomas e Marco, ora vive dai parenti

DELITTO DI CASALGRANDE Fermato l'amico della vittima, movente: debito da 150mila euro

DELITTO DI CASALGRANDE
Fermato l'amico della vittima, movente: debito da 150mila euro

di Linda Pigozzi

Vittorio Miani, 73 anni, avrebbe prima ucciso con due colpi di arma da fuoco il rappresentante 60enne Franco Gatti e poi ne avrebbe gettato il cadavere nel pozzo della sua casa a Sant’Antonino.  Il movente del delitto sarebbero i circa 150mila euro prestati alla vittima e mai più restituiti. Proseguono le ricerche dell’arma usata

ORRORE NEL REGGIANO Ucciso con due colpi di pistola Fermato l'amico creditore

ORRORE NEL REGGIANO
Ucciso con due colpi di pistola
Fermato l'amico creditore

di Linda Pigozzi

Franco Gatti, commerciante sassolese di 60 anni, era scomparso da casa giovedì scorso. Il corpo ritrovato vicino a Casalgrande, immerso nei liquami del pozzo nero della casa di un suo amico, ora disabitata. E proprio quest’amico, pensionato 73enne, è in stato di fermo. Dietro il delitto ci sarebbero motivi di denaro. I carabinieri stanno cercando un altro uomo che possa aver aiutato in qualche modo Miani

Tutta la città al funerale del messo comunale

Tutta la città al funerale del messo comunale

Tutta Novellara ha partecipato al funerale di Raul Becchi, il messo comunale di 62 anni ucciso martedì pomeriggio da Carmelo Signorino, in preda a un attacco di follia. Migliaia le persone presenti al rito fra le quali sindaco Daoli, l'avvocato Carletti e gli altri appartenenti alla fantomatica "cupola" dalla quale Signorino, nella sua follia, si sentiva minacciato.

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro