Luoghi: Reggio Emilia

La Festa San Prospero accende la città

La Festa San Prospero accende la città

REGGIO EMILIA. Come sempre San Prospero ha acceso la città. Si è partito con il concerto delle campane e si è proseguito con la messa celebrata dal vescovo Massimo Camisasca, E poi le 260 bancarelle sparse per il centro ma in modo diverso rispetto agli scorsi anni: ad ospitarle non solo piazza San Prospero e piazza Prampolini ma anche le due estremità di via Emilia, Santo Stefano e San Pietro, coperte da un fitto reticolo di stand. Un San Prospero espanso e dilatato al fine settimana. Per quanto riguarda l’offerta gastronomica, sono stati rispettati i crismi e le tappe obbligate che rendono San Prospero una madeleine rievocativa dei riti della tradizione e dei sapori dell’infanzia: i tabarri, la coda per la pizza da asporto, la sosta in piazza San Prospero per gustare il Parmigiano-Reggiano, lo scarpazzone, i dolci a base di castagna e il vin brulè, il mercatino piemontese (un tripudio di nocciole, formaggi e vini delle Langhe) in piazza della Vittoria.

 Archiviata la brutta pagina del 2015, quando avvenne la rivolta (con transenne lanciate e due agenti feriti) di una trentina di extracomunitari, quest’anno la festa del santo patrono ha visto rarissimi abusivi stendere merce contraffatta per terra. Forse perché la questura ha giocato d’anticipo, assicurando dalle 6 un’aliquota in più nella stazione storica proprio per prevenire l’arrivo di irregolari. A parte due bimbi piccoli, smarriti nel primo pomeriggio e subito ritrovati dai genitori, e degli ubriachi molesti in via Nobili a metà pomeriggio, la festa è filata liscia.

 

 

Marco Campagnoli, dalla consolle alla fotografia

Marco Campagnoli, dalla consolle alla fotografia

REGGIO EMILIA. Storico dj del Marabù e delle "cattedrali della disco" Marco Campagnoli, dopo quarant'anni passati a fare ballare più di una generazione in tutta Italia, ha ripreso in mano la macchina fotografica (una sua vecchia passione)  e non l'ha più abbandonata. "Solo ora - ci dice Campagnoli - sono davvero io". Da domenica 26 novembre  Marco Campagnoli è in mostra all'Aylanto Risto Gallery in via San Girolamo.

Tasse, il fisco gli blocca beni per 17 milioni

Tasse, il fisco gli blocca beni per 17 milioni

di Enrico Lorenzo Tidona

Reggio Emilia: maxi ipoteca sul patrimonio di un commerciante d’arte reggiano: «Risiede all’estero ma deve pagare le imposte anche in Italia»

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista