Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Lascia il figlio in macchina e va a rubare mascherata

La donna, 34 anni, ha tentato di smontare il condizionatore di un’agenzia  I carabinieri hanno trovato il piccolo, un anno, che dormiva. È stata denunciata

Correggio

È andata a rubare portandosi dietro il figlioletto di un anno. Una mamma di 34 anni, originaria di Carpi ma residente nella Bassa Reggiana, incensurata, lo ha lasciato in macchina a dormire, mentre lei entrava in azione.

la maschera di Anonymous

La donna era attrezzata di tutto punto: con una maschera di Anonymous per non farsi riconoscere calata sul volto, una scala e attrezzi da scasso al seguito, ha raggiunto un’agenzia di assicurazioni in via Carlo V a Correggio, per smontare e p ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

Correggio

È andata a rubare portandosi dietro il figlioletto di un anno. Una mamma di 34 anni, originaria di Carpi ma residente nella Bassa Reggiana, incensurata, lo ha lasciato in macchina a dormire, mentre lei entrava in azione.

la maschera di Anonymous

La donna era attrezzata di tutto punto: con una maschera di Anonymous per non farsi riconoscere calata sul volto, una scala e attrezzi da scasso al seguito, ha raggiunto un’agenzia di assicurazioni in via Carlo V a Correggio, per smontare e prendere un climatizzatore collocato all’esterno dell’agenzia.

la segnalazione dei residenti

È accaduto l’altra sera, poco dopo le 23. Ma alla ladra “per caso” non è andata bene: è stata scoperta, identificata dai carabinieri di Correggio e denunciata alla procura reggiana per tentato furto aggravato, possesso di strumenti atti allo scasso e, soprattutto, abbandono di minori.

Il furto è stato sventato grazie alla segnalazione di alcuni residenti che hanno notato una persona scendere da un’auto scura, con entrambe le targhe coperte da un foglio di plastica, con una maschera sul volto, guanti alle mani e un grosso zaino sulle spalle.

Immediata la telefonata al 112 che ha allertato la pattuglia dei carabinieri della stazione di Correggio, impegnata in un servizio di controllo del territorio.

il bambino in auto

I militari, giunti immediatamente sul posto, hanno localizzato l’autovettura in pochi minuti, parcheggiata in via Borgovecchio, laterale di via Carlo V. L’auto era chiusa a chiave e dentro, seduto su un seggiolino, il bambino che dormiva.

Particolarmente allarmati, i carabinieri hanno subito tolto le coperture delle targhe per procedere all’identificazione del proprietario: appunto la donna 34enne che nel frattempo stava facendo ritorno. Indossava ancora la maschera di Anonymous, guanti di colore arancione, a tracolla portava uno zaino nero e in spalla aveva la una scala evidentemente utilizzata per raggiungere il condizionatore.

Bloccata e identificata la 34enne è risultata essere la mamma del bambino lasciato in macchina a dormire.

la perquisizione

Sono scattate le perquisizioni, personale e del veicolo, con il sequestro della maschera, della scala oltre ai numerosi strumenti da scasso recuperati all’interno dello zaino: un paio di guanti da lavoro in tessuto anti taglio, un martello, una chiave a tubo con estremità a forma di cacciavite, un cric a pantografo, un sollevatore auto in ferro e un cacciavite a taglio.

la videosorveglianza

Grazie all’analisi delle immagini del sistema di videosorveglianza del Comune, i carabinieri sono anche riusciti a ricostruire tutti i movimenti della donna che è stata ripresa mentre tentava di smontare, peraltro senza riuscirci, il condizionate dell’agenzia, prima di fare ritorno all’auto.

Accertati i fatti i militari hanno proceduto alla denuncia della 34enne. —

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI