Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

«I colleghi non restino da soli Il presidio va rinforzato»

Il sindacalista Fabio Boschi «Servono due agenti per turno Sempre più aggressioni, il pronto soccorso è diventato una terra di frontiera» 

REGGIO EMILIA

«La ricetta è mai rimanere soli. Se il posto di polizia all’interno dell’ospedale è un servizio indispensabile - e su questo credo che tutti siamo d’accordo -, occorrono due poliziotti per turno. In caso contrario la sicurezza non viene garantita». Fabio Boschi, segretario provinciale del Coisp Reggio Emilia, partendo dall’aggressione di ieri lancia l’allarme. «Anni fa c’era una squadra di agenti provenienti dalla Divisione Anticrimine. Poi i continui tagli, pensionamenti e bloc ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

REGGIO EMILIA

«La ricetta è mai rimanere soli. Se il posto di polizia all’interno dell’ospedale è un servizio indispensabile - e su questo credo che tutti siamo d’accordo -, occorrono due poliziotti per turno. In caso contrario la sicurezza non viene garantita». Fabio Boschi, segretario provinciale del Coisp Reggio Emilia, partendo dall’aggressione di ieri lancia l’allarme. «Anni fa c’era una squadra di agenti provenienti dalla Divisione Anticrimine. Poi i continui tagli, pensionamenti e blocco del turn over hanno fatto sì che il turno sia spesso solitario: condizione che espone a rischi considerevoli, come l’accaduto ha dimostrato. Gli agenti agiscono sempre in coppia per ovvi motivi: anche perché può accadere che si fronteggino due persone. Se noi poliziotti siamo messi in condizione di soccombere, come possiamo difendere i cittadini? Serve un rafforzamento del presidio ospedaliero, con una copertura oraria maggiore, visto che adesso il servizio termina già alle ore 14».

cresce la conflittualità

Con continui interventi della questura nella fascia pomeridiana e notturna, a fronte di un aumento della conflittualità anche tra i malati, sottolinea il sindacalista.

«Il pronto soccorso è sempre più terra di frontiera, con un incremento di aggressioni sia verso il personale sanitario di accettazione sia tra cittadini che, magari dopo un incidente stradale, cercano di farsi giustizia da soli». —

AM. P.

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI