Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Studente spacciatore a 16 anni nei guai venti giovani clienti

I carabinieri lo avevano sorpreso nel gennaio scorso con marijuana e bilancino Dalle indagini è emerso l’elenco dei compratori, tutti ragazzi in età scolare

SAN MARTINO IN RIO

Nonostante la giovane l'età, aveva evidenziato la scaltrezza e la disinvoltura degna del più navigato pusher. Nel gennaio scorso era stato trovato con un quantitativo di droga nascosta nelle parti intime e con un bilancino. Per quel motivo, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti, i carabinieri della stazione di San Martino in Rio avevano denunciato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i minorenni di Bologna uno studente reggiano di se ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

SAN MARTINO IN RIO

Nonostante la giovane l'età, aveva evidenziato la scaltrezza e la disinvoltura degna del più navigato pusher. Nel gennaio scorso era stato trovato con un quantitativo di droga nascosta nelle parti intime e con un bilancino. Per quel motivo, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti, i carabinieri della stazione di San Martino in Rio avevano denunciato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i minorenni di Bologna uno studente reggiano di sedici anni.

I successivi approfondimenti investigativi – condotti dai militari della stazione di San Martino in Rio e supportati da riscontri incrociati e analisi dei tabulati della sua utenza telefonica – hanno consentito di ricostruire la rete dello spaccio che il giovane pusher conduceva da almeno due anni.

Questi approfondimenti investigativi, assieme alla testimonianza a verbale di numerosi giovani sentiti dai militari dell’Arma, hanno portato a documentare numerose cessioni di sostanze stupefacenti, secondi i carabinieri con una media tre-quattro volte a settimana.

Una ventina di giovani – tutti in età scolare, tra cui molti minori – risultati appartenere al “portafoglio clienti” del sedicenne, sono stati segnalati quali assuntori di stupefacenti alla Prefettura reggiana.

Da tempo i carabinieri di San Martino in Rio avevano messo gli occhi su quel ragazzino. Almeno da quando, a seguito di controlli, era stato notato con ragazzi più grandi di lui già noti ai carabinieri come assuntori di droga.

Per questo motivo a gennaio, quando il minorenne era stato notato a bordo di un’auto ferma nella piazza del paese in compagnia di tre amici maggiorenni, i carabinieri hanno deciso di approfondire i controlli. Ai militari, infatti, è apparsa sospetta la preoccupazione trapelata dal volto del sedicenne durante le normali procedure di identificazione.

I controlli erano culminati con le ispezioni personali dei quattro ragazzi. E mentre nulla di illecito era stato trovato in possesso dei tre maggiorenni, nella tasca del sedicenne c'era un bilancino di precisione.

Nascosta nelle parti intime, i carabinieri in quella circostanza hanno trovato anche una busta in cellophane contenente 23 grammi di marijuana. Il minore era quindi stato denunciato.

I successivi approfondimenti investigativi ora hanno consentito di delineare il giro messo in piedi dal sedicenne e hanno permesso ai carabinieri di procedere con la segnalazione alla Prefettura di Reggio Emilia di una ventina di giovani risultati clienti del sedicenne. —

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI