Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Protesta per il progetto Peep che prevede il taglio degli alberi

Per raggiungere le future case di via Cosmi serve il varco attraverso un boschetto Il sindaco Giberti: «Compenseremo: se abbatteremo, poi pianteremo il doppio»

ALBINEA. Si avvicina il momento della nascita del nuovo quartiere Peep di Albinea, e si discute sugli interventi ambientali necessari per completare il progetto.

La nuova area di edilizia popolare verrà costruita in via Cosmo Cosmi, una laterale di via Grandi, a Nord del centro storico, che al momento si conclude con un piccolo spiazzo affacciato su un boschetto. Nuove case per famiglie e nuclei a reddito mediobasso per realizzare le quali sarà necessario il sacrificio di alcune piante.

Le cas ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

ALBINEA. Si avvicina il momento della nascita del nuovo quartiere Peep di Albinea, e si discute sugli interventi ambientali necessari per completare il progetto.

La nuova area di edilizia popolare verrà costruita in via Cosmo Cosmi, una laterale di via Grandi, a Nord del centro storico, che al momento si conclude con un piccolo spiazzo affacciato su un boschetto. Nuove case per famiglie e nuclei a reddito mediobasso per realizzare le quali sarà necessario il sacrificio di alcune piante.

Le case verranno realizzate nel grande spiazzo al di là dell’area verde, prolungando quindi la via, e per arrivare a quel terreno si dovrà creare un passaggio fra le piante esistenti. Ed è questo il punto contestato da un abitante albinetano.

L’attuale progetto prevede la rimozione di alcune piante, fra cui quelle che il contestatore definisce querce secolari. Proseguire in questo modo provocherebbe un danno ambientale, di conseguenza.

«Un varco per arrivare al nuovo quartiere sarà necessario, è ovvio – precisa invece il sindaco albinetano Nico Giberti – ma stiamo operando per coprire ogni taglio con nuove piantumazioni e nuovi innesti: per ogni pianta tagliata cerchiamo di inserirne due».

«Oggi via Cosmi finisce con una pista di ritorno, e quello è il punto di innesto per il nuovo quartiere, che verrà costruito nel campo poco lontano», spiega Giberti.

«Bisognerà creare un parco. I dettagli sono da definire; vedremo che richiesta di abbattimento presenterà l’azienda costruttrice. Abbiamo fatto delle verifiche: lì vi sono delle querce di alcune decine di anni, ma nessuna pianta tutelata», aggiunge.



«Intendiamoci, non tagliamo piante con leggerezza e non è un caso che nella primavera 2017 abbiamo provveduto a nuove piantumazioni nel parco Radici di Amicizia, praticamente a fianco del nuovo quartiere. Quello è un parco cittadino ampio e servirà per la nuova area di edilizia popolare, che avrà comunque un proprio parco interno».



La strada a ogni modo dovrà proseguire. «Fra il campo e la strada uno spazio va creato, questo è chiaro. Se il cittadino che parla di questo tema ha delle altre soluzioni io lo aspetto volentieri in ufficio per parlarne, non ci sono problemi insormontabili», ribadisce il primo cittadino.

«Di sicuro tagliare delle piante non è mai un piacere, l’importante è compensare in positivo il depauperamento. Se togliamo una pianta, per motivi di sicurezza o altro, cerchiamo di compensare in maniera abbondante: se ne togliamo una, ne mettiamo due». —