Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Ricostruzione a Rolo cantieri in vista per teatro e De Amicis

Il sindaco Allegretti: «Burocrazia troppo farraginosa» Il Comune stanzia 200.00 euro per riasfaltare le strade 

rolo

Alla fine le pratiche burocratiche per rimettere in sesto gli ultimi due edifici pubblici di Rolo, devastati dal terremoto del 2012 e chiusi da allora, dovrebbero essere finite. E probabilmente nell’arco del 2019 i cantieri per l’elementare De Amicis e per il centro polivalente “Spazio aperto”, i cui lavori sono stati finalmente finanziati, verranno aperti.

«Il sistema però è farraginoso, troppe norme, troppa burocrazia». Non è la prima volta che il sindaco Fabrizio Allegretti lamenta it ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

rolo

Alla fine le pratiche burocratiche per rimettere in sesto gli ultimi due edifici pubblici di Rolo, devastati dal terremoto del 2012 e chiusi da allora, dovrebbero essere finite. E probabilmente nell’arco del 2019 i cantieri per l’elementare De Amicis e per il centro polivalente “Spazio aperto”, i cui lavori sono stati finalmente finanziati, verranno aperti.

«Il sistema però è farraginoso, troppe norme, troppa burocrazia». Non è la prima volta che il sindaco Fabrizio Allegretti lamenta iter amministrativi infiniti e lacciuoli burocratici che ritardano l’esecuzione degli interventi. «Ma ormai – prosegue – dovremmo esserci». I soldi ci sono: due milioni per la scuola e un milione 200.000 euro per il teatro. «L’ultimo passo per la De Amicis l’abbiamo ultimato pochi giorni or sono – aggiunge il sindaco – abbiamo rispedito alla Soprintendenza il progetto perché e ci aveva ordinato alcune modifiche». Idem per il teatro: ieri mattina il dossier è stato inviato in Regione per il visto finale. Finalmente il Comune potrà utilizzare anche i 503. 000 euro donati per riaprire l’unico spazio di cultura del paese.

«Se non ci saranno altre pratiche da fare – prosegue Allegretti – e visto che sono sei anni che lavoriamo su questi due progetti, ora dovremmo procedere con le gare sperando che vada tutto bene». Con la palestra l’intoppo c’è stato. «Abbiamo affidato i lavori a una ditta ma ora siamo in causa e per sbrogliare questa matassa chissà quanto tempo occorrerà, anni di sicuro».

Rolo è stato tra i paesi più colpiti dal sisma: sono stati poco meno di 100 gli edifici danneggiati tra quelli privati, pubblici e produttivi, che hanno avuto necessità di interventi di ricostruzione o di consolidamento e messa in sicurezza. Con le procedure d’urgenza e con tempi relativamente brevi sono stati fatti la maggior parte degli interventi. Poi l’emergenza è finita e i tempi si sono dilatati. «Almeno quest’anno – conclude Allegretti – riusciremo a rimettere in sesto un po’di strade. Prima del terremoto era l’ordinaria amministrazione. Ora è un traguardo». Il Comune investirà 200. 000 euro. –

C. O.

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI