Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Senza telefono da luglio Tim: «Tecnici bloccati per la vendemmia»

SCAndianoC’è la vendemmia e il palo della linea telefonica Tim non potrà essere sostituto fino a quando non sarà terminata. È la risposta del gestore, Tim appunto, alle lamentele di Claudio Reverberi,...

SCAndiano

C’è la vendemmia e il palo della linea telefonica Tim non potrà essere sostituto fino a quando non sarà terminata. È la risposta del gestore, Tim appunto, alle lamentele di Claudio Reverberi, residente ad Arceto in via Caraffa, che da una quarantina di giorni non ha linea fissa del telefono, quindi nemmeno il collegamento internet, nella sua abitazione perché il palo che sorreggeva i cavi è crollato.

La replica: «Tim precisa di non avere alcuna responsabilità per il ritardo nella sos ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

SCAndiano

C’è la vendemmia e il palo della linea telefonica Tim non potrà essere sostituto fino a quando non sarà terminata. È la risposta del gestore, Tim appunto, alle lamentele di Claudio Reverberi, residente ad Arceto in via Caraffa, che da una quarantina di giorni non ha linea fissa del telefono, quindi nemmeno il collegamento internet, nella sua abitazione perché il palo che sorreggeva i cavi è crollato.

La replica: «Tim precisa di non avere alcuna responsabilità per il ritardo nella sostituzione del palo, che si trova nel fondo del vicino. Il proprietario si oppone al passaggio dei tecnici Tim nel suo fondo prima della vendemmia, quindi il palo potrà essere sostituito solo allora».

Colpa della vendemmia, dunque, se Claudio Reverberi da più di un mese non riesce a telefonare e colpa del vicino viticoltore che si rifiuta di spalancare le porte ai tecnici perché potrebbero intralciare la raccolta dei grappoli.

Situazione senza via d’uscita? No, qualcosa di buono è accaduto: dopo le proteste, le telefonate insistenti e alla fine la comparsa di un cartello, appoggiato alla matassa di cavi non collegati, sul quale campeggia la scritta: “37° giorno, grazie Tim”, una soluzione provvisoria Tim è riuscita a trovarla.

«D’accordo col vicino – spiega Tim – si è stabilito di operare una posa provvisoria che consenta di dare la linea telefonica al cliente prima della sostituzione definitiva del palo, che potrà essere effettuata nei tempi previsti». Ovvero, alla fine della vendemmia.

In altre parole: un cavo volante garantirà il ripristino della linea telefonica nella casa di Reverberi, che nel frattempo si è attrezzato con un cellulare.

«L’ho comprato per mia suocera, che ha 92 anni e non poteva continuare a restare isolata».

Il contrattempo con il quale la famiglia di Claudio Reverberi ha dovuto convivere per oltre un mese ha avuto numerosi capitoli, a partire dal crollo, avvenuto in luglio, del palo nella vigna del contadino vicino di casa, per proseguire con la trafila telefonica attraverso la quale chiedere la riparazione.

«Alla fine – aveva raccontato Claudio Reverberi – i tenici sono venuti, ma il guasto non è stato riparato». E Tim ora ha spiegato il perché: il cavo non è mai stato collegato per “divieto d’accesso”. —

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI