Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

«Si faccia un bando per un ambulatorio a Cadelbosco Sotto»

È l’auspicio del sindaco Tellini sul caso del medico di base che vorrebbe ricevere i pazienti solo nel capoluogo

CADELBOSCO SOPRA. Il dottor Francesco Saggese, medico di base che dovrebbe prendere servizio al posto del dottor Antonio Puglisi, andato in pensione lo scorso anno, e a sua volta sostituito pro tempore dalla dottoressa Maria Rosaria De Vitti, pare intenzionato a chiudere l’ambulatorio di via Franzoni, a Cadelbosco di Sotto per tenere aperto solo quello di Cadelbosco di Sopra situato nel centro medico di via Monsognor Saccani.

Situazione che sta facendo molto discutere le frazioni del paese: i ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

CADELBOSCO SOPRA. Il dottor Francesco Saggese, medico di base che dovrebbe prendere servizio al posto del dottor Antonio Puglisi, andato in pensione lo scorso anno, e a sua volta sostituito pro tempore dalla dottoressa Maria Rosaria De Vitti, pare intenzionato a chiudere l’ambulatorio di via Franzoni, a Cadelbosco di Sotto per tenere aperto solo quello di Cadelbosco di Sopra situato nel centro medico di via Monsognor Saccani.

Situazione che sta facendo molto discutere le frazioni del paese: in pratica, si parla di un bacino di circa 3.800 utenti.

IL SINDACO. Il sindaco Tania Tellini, venuta a conoscenza della volontà del nuovo medico di base, si è subito rivolta all'Ausl di Reggio Emilia per sollecitare, a breve, una soluzione anche se nella convenzione risulta che il medico non è obbligato a tenere aperto l’ambulatorio di Cadelbosco Sotto.

Tuttavia il primo cittadino auspica che, in caso non si dovesse arrivare ad un accordo, l’Ausl apra un nuovo bando con la specifica richiesta dell’apertura dell’ambulatorio a Cadelbosco Sotto.

LA MINORANZA. Sulla vicenda si sta muovendo anche la minoranza e Pietro Giansoldati consigliere di Rifondazione Comunista, in un post pubblicato sulla sua pagina di Facebook piuttosto duro riguardo alla possibilità che il medico riceva soltanto nel capoluogo. «Ovviamente non vogliamo entrare nel merito di questa sua prima significativa iniziativa, lui faccia pure come vuole. Vorrà dire che i pazienti di Cadelbosco Sotto sceglieranno un medico che garantisca loro una presenza costante sul territorio» ha scritto sulla pagina “Sei di Cadelbosco se” l’esponente dell’opposizione.

Attualmente a Cadelboscop Sotto opera anche la dottoressa Mara Ruspaggiari che riceve nel suo ambulatorio di via Torelli, due volte la settimana: il lunedì e mercoledì. Il dottor Saggese non ha ancora sciolto le riserve. Attualmente le sue intenzioni di chiudere l'ambulatorio di Cadelbosco Sotto sarebbero “ufficiose”. «Spero nel buon senso del nuovo medico anche perché il paese è popolato da migliaia di cittadini tra cui molti anziani i quali, nel caso dovessero spostarsi a Cadelbosco Sopra avrebbero parecchi disagi. Abbiamo lottato per tenere aperto l'ufficio postale; è stata chiusa una filiale di un importante istituto di credito e sarebbe un vero peccato perdere l’ambulatorio medico. Gli abitanti di Cadelbosco Sotto non lo meritano» sono le parole del sindaco Tania Tellini.

Il periodo ferragostano, certamente non ha aiutato a dirimere la questione.

Al momento, dall’Ausl di Reggio Emilia, pur avendo dichiarato la propria disponibilità, non c’è stata alcuna risposta.

Si attendono eventuali sviluppi entro fine mese di agosto. —

MAURO PINOTTI. BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI.