Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Stanziati 185mila euro in più per i minori vittime di violenza

montecchioUno stanziamento aggiuntivo di 185mila euro per le politiche sui minori. L’Unione Val d’Enza lo ha disposto per interventi di carattere straordinario. La cifra in parte sarà finanziata con...

montecchio

Uno stanziamento aggiuntivo di 185mila euro per le politiche sui minori. L’Unione Val d’Enza lo ha disposto per interventi di carattere straordinario. La cifra in parte sarà finanziata con l’avanzo di amministrazione dell’anno 2017, e per la maggior parte con maggiori stanziamenti da parte dei Comuni di Bibbiano, Campegine, Canossa, Cavriago, Gattatico, Montecchio, Sant’Ilario, San Polo, aderenti all’Unione.

Le risorse complessive destinate ai servizi sociali e socio sanitari nel Pi ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

montecchio

Uno stanziamento aggiuntivo di 185mila euro per le politiche sui minori. L’Unione Val d’Enza lo ha disposto per interventi di carattere straordinario. La cifra in parte sarà finanziata con l’avanzo di amministrazione dell’anno 2017, e per la maggior parte con maggiori stanziamenti da parte dei Comuni di Bibbiano, Campegine, Canossa, Cavriago, Gattatico, Montecchio, Sant’Ilario, San Polo, aderenti all’Unione.

Le risorse complessive destinate ai servizi sociali e socio sanitari nel Piano di Zona per il 2018 ammontano a 20.895.550 euro, e ben 5.015.325,91 sono destinati ai minori. Di questa somma 2.246.203,9 è destinato a sostenere le famiglie con figli minori con fragilità.

Si tratta di interventi di sostegno educativo e psicologico, di accompagnamento e rafforzamento delle competenze genitoriali, di affidamento familiare e di tutela legale in capo al Servizio sociale integrato, oppure di attività di prevenzione, socializzazione, condivisione dei temi educativi condotti dai Servizi sociali territoriali e dal Centro per le Famiglie a livello di comunità locale e di gruppi di confronto con i cittadini.

La Val d’Enza negli ultimi anni è stata chiamata a investire in maniera prioritaria sul presidio e la cura delle situazioni di abuso sessuale e grave maltrattamento, rispetto al quale si è qualificata come un distretto innovativo ed efficace per la qualità degli interventi.

In particolare, in collaborazione con Ausl di Reggio Emilia e l’associazione Casina dei Bimbi, ha dato vita dal 2016 allo spazio “La cura”, con sede a Bibbiano, per l’assistenza psicologica e legale delle vittime. A quasi due anni dall’avvio i risultati sono molto positivi in termini di benessere psicofisico e cognitivo dei minori. La presa in carico conosce numeri crescenti. Sono molto presenti i fenomeni di violenza sessuale, trascuratezza, prostituzione, maltrattamento fisico e psicologico.

I dati non derivano da un fenomeno locale specifico, ma sono in linea con quelli mondiali dell’Oms e di importanti organizzazioni internazionali come Save the Children e Terre des Hommes.

Dimostrano l’essenzialità di un lavoro di rete efficace e qualificato, in linea con le linee guida regionali sul tema.

Questi gli strumenti fondamentali:forte raccordo con i servizi educativi e sanitari del territorio per la segnalazione e presa in carico precoce; costituzione di una équipe specializzata socio sanitaria per la gestione dell’emergenza;presenza di un luogo specifico per la cura ed il trattamento psicologico del trauma; assistenza legale specializzata e qualificata; rafforzamento della rete territoriale di accoglienza, con investimento elevato per la diffusione e alta qualificazione dell’affido familiare; stretta collaborazione con le forze dell’ordine e con la magistratura.

«Intendiamo continuare ad investire sul futuro dei bambini e dei ragazzi – commenta Andrea Carletti, sindaco di Bibbiano con delega alle politiche sociali per l’Unione – mettendo ogni giorno al centro delle nostre azioni la tutela e il benessere dei minori. È una battaglia di civiltà che deve impegnare tutta la comunità». —

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI