Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Pioggia di richieste di mobilità Un turn over troppo sostenuto

Negli ultimi anni il comando ha perso dieci agenti: tre le domande di trasferimento Il concorso per sei assunzioni non coprirà il fabbisogno

val d’enza. Un turn over sostenuto, troppo sostenuto. Una emorragia di personale sospetta. Perfino i sindacati, da tempo, segnalavano problemi di incompatibilità ambientale in seno al corpo unico della municipale Val d’Enza e un numero di domande di mobilità ritenuto anomalo.

Secondo un conteggio, negli ultimi anni il comando già sotto organico ha perso una decina di agenti. Alcuni sono andati in pensione, altri hanno presentato domanda di mobilità volontaria «per motivazioni personali o per ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

val d’enza. Un turn over sostenuto, troppo sostenuto. Una emorragia di personale sospetta. Perfino i sindacati, da tempo, segnalavano problemi di incompatibilità ambientale in seno al corpo unico della municipale Val d’Enza e un numero di domande di mobilità ritenuto anomalo.

Secondo un conteggio, negli ultimi anni il comando già sotto organico ha perso una decina di agenti. Alcuni sono andati in pensione, altri hanno presentato domanda di mobilità volontaria «per motivazioni personali o per essere destinati ad altre amministrazioni tramite comando di lunga durata». Una fuga in massa che, occorre sottolinearlo, ha una pluralità di cause: dal territorio vasto ai contratti precari. Quel che è certo è che, da inizio anno, sono stati tre gli agenti che hanno chiesto la mobilità: tra questi i due che prestano servizio a Campegine, nella sede richiesta a gran voce dal sindaco Germano Artioli e concessa dall’Unione l’anno scorso. Mobilità che hanno aggravato la nota situazione di carenza di personale, in passato oggetto di polemiche da parte delle minoranze e proclami della maggioranza.

Nell’agosto 2017 l’allora presidente dell’Unione Paolo Colli dichiarava: «Abbiamo in previsione di arrivare entro il 2019 alla dotazione standard di polizia municipale, che è di 42 vigili contro gli attuali 33. È in essere il concorso pubblico per assumere sei agenti», tre a tempo indeterminato e tre a tempo determinato. Nel giugno scorso Paolo Burani ha ribadito: «Essendo ultimate le procedure concorsuali, si procederà all’assunzione di sei agenti». —

AM.P.. BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI.